Backgammon.it

La tua guida on-line di backgammon
Oggi è gio 21 nov 2019, 04:14

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 28 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Re: lettera al dissidente
MessaggioInviato: mar 01 ott 2019, 19:31 
Non connesso

Iscritto il: mar 13 mar 2007, 09:06
Messaggi: 2666
Tutto giusto Diego ma backgammon.it è un forum pubblico e se un socio mi chiede di discutere di argomenti interni all’associazione posso non rispondere, anzi è sciocco farlo.
Esistono canali informativi differenti, ufficiali, dove si può approfondire o anche di persona e non vedo il motivo di interloquire sul forum a senso unico.
Come diceva un giocatore dopo essersi fatto un idea leggendo il forum: siete troppo disponibili!!!


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: lettera al dissidente
MessaggioInviato: mar 01 ott 2019, 23:25 
Non connesso

Iscritto il: mer 28 mar 2007, 18:39
Messaggi: 1837
NENBUN ha scritto:
Più di una volta ti ho spiegato la differenza di compiti e di dimensioni che esiste tra una "Federazione" ed una "Associazione" ma evidentemente non sono riuscito a spiegarmi bene visto che ricadi negli stessi errori. Ci riprovo.
Se il Cnb fosse una Federazione allora sarebbe non solo corretto ma anche auspicabile che al suo interno si formino delle commissioni su specifici aspetti etici, amministrativi, agonistici, ecc,ecc. Purtroppo le dimensioni sono quelle che sono ed il Cnb, come ti avevo già scritto, si limita a dare mandati ad alcuni consiglieri e/o soci di trattare alcune questioni le quali vengono poi sottoposte al Consiglio Direttivo per le decisioni opportune. Anche nel caso ci fossero delle commissioni, esse avrebbero comunque solo un potere consultivo e propositivo ma non decisionale in quanto tutte le decisioni spettano sempre agli organi esecutivi. Quest'ultima affermazione è ancora più vera e reale quando si tratta di Associazioni. Ogni socio ha la possibilità, come da Statuto, di formulare quesiti particolari in occasione e nelle modalità previste dallo Statuto che regge l'Associazione o la Federazione.
Lo stesso discorso vale per le attività promozionali nelle scuole che sono una delle attività specifiche di una Federazione ma non di una Associazione. Sarebbe un po' come chiedere all'Inter, al Milan o alla Juventus di fare attività di promozione del calcio in tutte le scuole italiane, possibile certo ma questo è un compito federale e non di una società sportiva.
Per quanto attiene alla formazione del montepremi dei playoff, ti posso solo dire, a puro titolo personale, che quando è stato stilato il bando non c'era la piena sicurezza di come sarebbe stato composto in quanto era stata formulata una proposta che riguardava tale oggetto che è stata definitivamente approvata solo poche ore prima dell'inizio del primo torneo di Cavalese. Purtroppo le distanze ci sono e le discussioni a mezzo mail, chat e simili hanno bisogno di una ratifica formale da farsi in occasione di una formale riunione del Consiglio Direttivo cosa che è potuta accadere solo in occasione del primo torneo.


Grazie per la risposta, esauriente direi, riguardo il bando gara ci sarà quindi un aggiornamento, ok anche se era preferibile si sapesse dall'inizio.
Riguardo il CNB io non posso pretendere che funzioni come una federazione ma non vedo perché non si possa fare uno sforzo maggiore perché assomigli ancora di più, d'altronde le commissioni esistono ed hanno anche una certa autonomia, vedi l'online.
L'avessi saputo prima come stanno le cose avrei fatto a meno di candidarmi nel consiglio, ci sarebbero stati meno problemi per tutti. Tutto dovrebbe passare quindi per il consiglio guidato da un https://it.wikipedia.org/wiki/Presidente, peccato però che succede troppo spesso che se questo ha una forte opinione su una cosa si fa così a prescindere.
Un cambio ai vertici non lo vedo male dopo 13 anni, comunque se si vuole andare avanti così certo mi rendo conto che non posso farci nulla contro.

Leggo che la nuova formula di competizione per gli advanced ha avuto un gran successo, d'altronde quella prima aveva dei problemi di partite inutili e quindi possibilità di inciuci, oltre ai metodi di spareggi discutibili. Cambiare tardi è meglio che mai.
In Romania dopo aver provato varie formule i giocatori hanno chiesto triple elimination completo e quindi ormai tutti i tornei saranno così, anche a Cipro i tornei non WBF sono cosi. A me non piace perché è troppo lunga per un we anche se allungato quando si supera un certo numero di giocatori, oltre al peso dei bye nelle fasi chiavi del torneo e spesso la mancanza di una vera finale ma mi dovrò adeguare alla maggioranza.

_________________
Qui Radio Backgammon italiano libero.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: lettera al dissidente
MessaggioInviato: mar 01 ott 2019, 23:46 
Non connesso

Iscritto il: mer 28 mar 2007, 18:39
Messaggi: 1837
alfonso ha scritto:
Tutto giusto Diego ma backgammon.it è un forum pubblico e se un socio mi chiede di discutere di argomenti interni all’associazione posso non rispondere, anzi è sciocco farlo.
Esistono canali informativi differenti, ufficiali, dove si può approfondire o anche di persona e non vedo il motivo di interloquire sul forum a senso unico.
Come diceva un giocatore dopo essersi fatto un idea leggendo il forum: siete troppo disponibili!!!


Esistono dei canali lo so ma purtroppo nel mio caso ho visto che non funzionano.
Ho chiesto delucidazioni sul bando gara che è pubblico e dove c'era una evidente mancanza, ora ho capito il motivo, non mi pare le cose siano state fatte alla regola ma va bene, non è la prima volta e non sarà ultima. Puoi non rispondere certo perché alla fine tutto è interno all'associazione. Anche io potevo non rispondere alle tue domande sulla WBGF ma l'ho fatto, non mi pare di aver rivelato nessun segreto.

Dallo statuto, atto pubblico sul sito:
"Art. 22 - Oltre alla tenuta regolare dei libri sociali (Assemblea, Consiglio Direttivo, Soci) deve essere assicurata una sostanziale pubblicità e trasparenza degli atti relativi all'attività dell'Associazione, alle deliberazioni del Consiglio Direttivo, alle deliberazioni dell'Assemblea dei soci con particolare riferimento ai Bilanci o Rendiconti annuali.
Tali documenti sociali, conservati presso la sede sociale, devono essere messi a disposizione dei soci per la consultazione: chi desidera avere copia dei documenti dovrà farsi carico delle relative spese."
Potrei quindi in alternativa chiedere i documenti con le delibere del consiglio direttivo se questo fosse l'unico modo a disposizione per essere aggiornato sull'attività dell'associazione.
Quel giocatore ha un opinione sua, credo ci siano altri come me che non la pensano così.

Ditemi quello che volete ma io non posso vedere il CNB come un associazione come quelle che organizzano gite o balli, tutti i giocatori/lettori di questo forum sono potenziali soci, se poi non lo sono i motivi sono vari. Finiscono per essere soci invece giocatori che vivono all'estero e che non parlano italiano.

_________________
Qui Radio Backgammon italiano libero.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: lettera al dissidente
MessaggioInviato: gio 03 ott 2019, 11:38 
Non connesso

Iscritto il: mar 09 dic 2014, 10:04
Messaggi: 83
"L'avessi saputo prima come stanno le cose avrei fatto a meno di candidarmi nel consiglio, ci sarebbero stati meno problemi per tutti. Tutto dovrebbe passare quindi per il consiglio guidato da un https://it.wikipedia.org/wiki/Presidente, peccato però che succede troppo spesso che se questo ha una forte opinione su una cosa si fa così a prescindere."

Avrei evitato volentieri di intervenire, come ho fatto finora, perchè ritengo tutto questo una polemica inutile e strumentale. Poi però arriva la goccia che fa traboccare il vaso.
Sono arcistufa di sentirmi dire, in quanto membro del consiglio direttivo del Cnb, che sono una povera cretina che passivamente si fa mettere i piedi in testa da un presidente prevaricatore e che, conseguentemente, lo siano anche: Carlo Melzi, Massimiliano Calusio, Daniele Rotondo, Gianlazzaro Sanna, Diego Bragato, Stefano Selvi, Giuseppe Ricciardi e Cesare Nanti.
Le tue ripetute asserzioni, Florin, che il direttivo sia asservito alla volontà del presidente sono totalmente false, frutto unicamente del rancore che ti nutre.
Ti piaccia o no, il direttivo discute, si confronta, elabora e alla fine vota ogni decisione, nel rispetto e nella considerazione delle opinioni di ciascuno, compresa quella del presidente.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: lettera al dissidente
MessaggioInviato: gio 03 ott 2019, 14:02 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: gio 29 lug 2010, 14:05
Messaggi: 899
Paola ha scritto:
Avrei evitato volentieri di intervenire, come ho fatto finora, perchè ritengo tutto questo una polemica inutile e strumentale. Poi però arriva la goccia che fa traboccare il vaso.
Sono arcistufa di sentirmi dire, in quanto membro del consiglio direttivo del Cnb, che sono una povera cretina che passivamente si fa mettere i piedi in testa da un presidente prevaricatore e che, conseguentemente, lo siano anche: Carlo Melzi, Massimiliano Calusio, Daniele Rotondo, Gianlazzaro Sanna, Diego Bragato, Stefano Selvi, Giuseppe Ricciardi e Cesare Nanti.
Le tue ripetute asserzioni, Florin, che il direttivo sia asservito alla volontà del presidente sono totalmente false, frutto unicamente del rancore che ti nutre.
Ti piaccia o no, il direttivo discute, si confronta, elabora e alla fine vota ogni decisione, nel rispetto e nella considerazione delle opinioni di ciascuno, compresa quella del presidente.


Cara Paola, come avrai notato, anche io avevo evitato interventi. Sono un buon lettore del forum, ma di solito scrivo solo quando davvero interessato ai topic. Molte volte mi sono sentito in dovere di riprendere Florin, quando pontificava sui PR, ad esempio. O quando da membro del Consiglio faceva di testa sua rendendo pubblici nome e cognome di un ottimo giocatore, che sarebbe stato squalificato da questa o quella organizzazione privata.
Ciononostante, in questo caso gli do totalmente ragione. Non perché mi senta depositario della verità assoluta, ma perché l'impressione che lui ha del vostro direttivo è troppo simile a quella che ho avuto anch'io. Più volte, per interesse personale lo ammetto, ho chiesto al "direttivo" un parere sia sulla legal move che su eventuali correttivi che avrebbero potuto essere introdotti per far giocare anche me.
Bene, ora io so PER CERTO, che almeno tre dei membri che tu (non io) hai nominato, nutrono dubbi sulla natura di quella regola, di cui non voglio nemmeno più entrare né nel merito né nel metodo di come sia stata adottata.
Allora potresti spiegarmi perché possiedo delle email dove mi si risponde che il 100% del direttivo, ovvero l'unanimità dei membri, si è espressa per bocciare tutte le mie istanze? Si sarebbe potuto darmi un contentino, rilevando l'esistenza di una tiepida minoranza a sostenere il mio patetico caso. E invece no, puntualmente e costantemente segato all'unanimità.
Ora, che ci sia una visione comune in seno al direttivo su come debbano funzionare le cose nel gioco, e magari nel mondo, mi sembra plausibile. Ma ciò che rivendichi te - una totale autonomia di ogni membro del Consiglio - sembra un'affermazione forte che spero vorrai motivare, magari trovando una risposta alla mia domanda.

_________________

“Nel tempo dell'inganno universale, dire la verità è un atto rivoluzionario.”
G.O.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: lettera al dissidente
MessaggioInviato: gio 03 ott 2019, 14:52 
Non connesso

Iscritto il: mar 09 dic 2014, 10:04
Messaggi: 83
Temo di non aver compreso il senso del tuo intervento, o per usare un gergo giornalistico, non capisco dove stia la notizia.
E' stata discussa nel direttivo la questione della legal move, tre consiglieri hanno espresso dei dubbi, il 100% del consiglio ha votato a favore e ti è stato comunicato. Cosa ti aspettavi ? Che ti fosse raccontato per filo e per segno cosa era stato detto nel consiglio?
Mi sembra una richiesta quantomeno bizzarra.
Avresti semmai dovuto chiedere ai tre consiglieri dubbiosi perchè, nonostante i loro dubbi, abbiano poi votato a favore della legal move.
Per come conosco e vivo il consiglio direttivo ho potuto apprezzare una discussione sempre franca e diretta e dunque posso pensare che proprio il confronto delle idee, che sempre in totale autonomia è stato esercitato da ogni consigliere, possa avere comportato lo scioglimento dei dubbi in favore della introduzione della regola.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: lettera al dissidente
MessaggioInviato: gio 03 ott 2019, 15:16 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: gio 29 lug 2010, 14:05
Messaggi: 899
Paola ha scritto:
Temo di non aver compreso il senso del tuo intervento, o per usare un gergo giornalistico, non capisco dove stia la notizia.
E' stata discussa nel direttivo la questione della legal move, tre consiglieri hanno espresso dei dubbi, il 100% del consiglio ha votato a favore e ti è stato comunicato. Cosa ti aspettavi ? Che ti fosse raccontato per filo e per segno cosa era stato detto nel consiglio?
Mi sembra una richiesta quantomeno bizzarra.
Avresti semmai dovuto chiedere ai tre consiglieri dubbiosi perchè, nonostante i loro dubbi, abbiano poi votato a favore della legal move.


Non mi aspettavo che mi fosse raccontato filo e per segno il merito della discussione. Conoscendo già il responso non ero interessato ai particolari e non avevo fatto alcuna richiesta bizzarra. Infatti, scusami, non mi sono espresso bene. Intendevo dire che, di quei tre di cui scrivi, forse uno poteva avere perplessità e alla fine si è fatto convincere dagli altri. Per quanto concerne i dubbi degli altri due, penso che avrebbero dato seguito con i fatti e certamente espresso parere contrario, pur sapendo (o magari proprio perché ne erano consapevoli) che il loro voto non avrebbe modificato la sostanza. Rifiutandomi di credere che abbiano dichiarato una cosa agendo altrimenti, mi sento di escludere che ci sia stata l'unanimità. Piuttosto propendo per l'idea che mi sia stata rifilata una "sola" e continuerò a credere, probabilmente come Florin ma senza scandalizzarmi come lui, che ci sia della malafede sul ponte di comando.

Paola ha scritto:
Per come conosco e vivo il consiglio direttivo ho potuto apprezzare una discussione sempre franca e diretta e dunque posso pensare che proprio il confronto delle idee, che sempre in totale autonomia è stato esercitato da ogni consigliere, possa avere comportato lo scioglimento dei dubbi in favore della introduzione della regola.

:| Concedimi un mezzo sorriso. Tu quando è stata introdotta la regola non c'eri e non puoi ricordare come sia stato fatto.

_________________

“Nel tempo dell'inganno universale, dire la verità è un atto rivoluzionario.”
G.O.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: lettera al dissidente
MessaggioInviato: gio 03 ott 2019, 16:10 
Non connesso

Iscritto il: mar 09 dic 2014, 10:04
Messaggi: 83
"Intendevo dire che, di quei tre di cui scrivi, forse uno poteva avere perplessità e alla fine si è fatto convincere dagli altri. Per quanto concerne i dubbi degli altri due, penso che avrebbero dato seguito con i fatti e certamente espresso parere contrario, pur sapendo (o magari proprio perché ne erano consapevoli) che il loro voto non avrebbe modificato la sostanza. Rifiutandomi di credere che abbiano dichiarato una cosa agendo altrimenti, mi sento di escludere che ci sia stata l'unanimità. Piuttosto propendo per l'idea che mi sia stata rifilata una "sola" e continuerò a credere, probabilmente come Florin ma senza scandalizzarmi come lui, che ci sia della malafede sul ponte di comando."

Perdonami ma leggo solo tue personali supposizioni e null'altro: tu pensi, tu ti rifiuti di credere, tu ti senti di escludere, tu propendi, tu continuerai a credere... ed è proprio rispondendo a delle supposizioni che si innescano le polemiche senza senso da cui, ultimamente, siamo ammorbati.

" Concedimi un mezzo sorriso. Probabilmente tu quando è stata introdotta la regola non c'eri e non puoi ricordare come sia stata introdotta."

E' vero, io non c'ero quando è stata introdotta la regola quindi anche le mie sono supposizioni, si basano però su tre anni e passa di frequentazione ed osservazione diretta dei comportamenti all'interno del consiglio direttivo e non ho motivo di pensare che in quel caso sia stato differente.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: lettera al dissidente
MessaggioInviato: gio 03 ott 2019, 16:44 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: gio 29 lug 2010, 14:05
Messaggi: 899
Paola ha scritto:
Perdonami ma leggo solo tue personali supposizioni e null'altro: tu pensi, tu ti rifiuti di credere, tu ti senti di escludere, tu propendi, tu continuerai a credere... ed è proprio rispondendo a delle supposizioni che si innescano le polemiche senza senso da cui, ultimamente, siamo ammorbati.

Paola, dai...non il grassetto che mi viene da pensare a una signora che si incazza di brutto :wink:
Ho risposto al thread per dichiarare la mia umana comprensione per ciò che Florin scrive. Supposizioni, prove, polemiche...Io ti posso solo dire che se qualcuno che hai nominato scrive qui, di suo pugno, di essere contrario a una regola, non posso presumere che l'abbia avallata in Consiglio. E per lo stesso motivo, se qualcuno mi assicura di essere in disaccordo con la stessa, nemmeno riesco a credere l'abbia votata, principalmente perché gli voglio bene.
Per te non sono prove tangibili? Amen. Per me lo sono nella maniera più assoluta.

Paola ha scritto:
E' vero, io non c'ero quando è stata introdotta la regola quindi anche le mie sono supposizioni, si basano però su tre anni e passa di frequentazione ed osservazione diretta dei comportamenti all'interno del consiglio direttivo e non ho motivo di pensare che in quel caso sia stato differente.

Se io ti scrivo che anche la mia frequentazione è di tre anni e passa e che ne ho tratto un'opinione opposta, la vedi come una polemica e ti offendi?
Amen. Si vede che ho l'abitudine a offendere la gente semplicemente esprimendo delle opinioni scomode. Non per questo sono il tipo che evita gli argomenti pur di rimanere comodo. Per fortuna non ho tessere e non ho ruoli da difendere. E da qualche anno ho pure capito il perché :wink:

_________________

“Nel tempo dell'inganno universale, dire la verità è un atto rivoluzionario.”
G.O.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: lettera al dissidente
MessaggioInviato: gio 03 ott 2019, 19:29 
Non connesso

Iscritto il: mer 28 mar 2007, 18:39
Messaggi: 1837
Paola ha scritto:

Avrei evitato volentieri di intervenire, come ho fatto finora, perchè ritengo tutto questo una polemica inutile e strumentale. Poi però arriva la goccia che fa traboccare il vaso.
Sono arcistufa di sentirmi dire, in quanto membro del consiglio direttivo del Cnb, che sono una povera cretina che passivamente si fa mettere i piedi in testa da un presidente prevaricatore e che, conseguentemente, lo siano anche: Carlo Melzi, Massimiliano Calusio, Daniele Rotondo, Gianlazzaro Sanna, Diego Bragato, Stefano Selvi, Giuseppe Ricciardi e Cesare Nanti.
Le tue ripetute asserzioni, Florin, che il direttivo sia asservito alla volontà del presidente sono totalmente false, frutto unicamente del rancore che ti nutre.
Ti piaccia o no, il direttivo discute, si confronta, elabora e alla fine vota ogni decisione, nel rispetto e nella considerazione delle opinioni di ciascuno, compresa quella del presidente.


Cara Paola

Io sono venuto con degli esempi quando le cose sono andate come non dovevano ma nessuno altro è intervenuto a dire qualcosa. Invece di affermare che dico cose false sarebbe stato meglio che tu fossi intervenuta anche nelle rispettive questioni ma non lo hai fatto. Certo che nella maggior parte delle volte si discute.

Tu puoi vederla come vuoi, sei nel consiglio e ti capisco, sei già intervenuta anche in passato contro di me e a difesa del presidente. La mia è una polemica certo ma ha uno scopo, quello di vedere alcuni cambiamenti. Da consigliere non ci sono riuscito, probabilmente non ci riuscirò neanche in questo modo ma voglio provarci.
Io ho grande considerazione di molti dei consiglieri ma quando uno è nel consiglio diventa condizionato nei suoi comportamenti. Mi sorprende che nessun consigliere abbiano notato che non si può uscire con un bando gara incompleto a competizione iniziata, o magari qualcuno lo ha fatto ma inutilmente. Ho capito il motivo ma rimango dell'idea che si doveva procedere diversamente, in certi casi non si possono fare le cosa in amicizia, la gente paga un iscrizione e un pò più di trasparenza credo sia necessaria.

_________________
Qui Radio Backgammon italiano libero.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: lettera al dissidente
MessaggioInviato: gio 03 ott 2019, 20:11 
Non connesso

Iscritto il: mar 09 dic 2014, 10:04
Messaggi: 83
"Paola, dai...non il grassetto che mi viene da pensare a una signora che si incazza di brutto"

Ho usato il grassetto perchè non sono capace di mettere la citazione, ti posso assicurare che se mi incazzassi di brutto avrei modi più diretti di esprimerlo.

"Se io ti scrivo che anche la mia frequentazione è di tre anni e passa e che ne ho tratto un'opinione opposta, la vedi come una polemica e ti offendi?"

Non mi risulta che tu sia mai stato membro del consiglio direttivo.


Ultima modifica di Paola il gio 03 ott 2019, 20:43, modificato 1 volta in totale.

Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: lettera al dissidente
MessaggioInviato: gio 03 ott 2019, 20:27 
Non connesso

Iscritto il: mar 09 dic 2014, 10:04
Messaggi: 83
" Invece di affermare che dico cose false sarebbe stato meglio che tu fossi intervenuta anche nelle rispettive questioni ma non lo hai fatto. "


Io non voglio intervenire nelle rispettive questioni, volevo solo dire che né io né gli altri componenti del consiglio direttivo siamo dei poveri sprovveduti che si fanno manipolare da un presidente dittatore, come tu hai più volte affermato.
Spero sia chiaro a te e a chi legge questo forum che non avendo altro da aggiungere, chiudo qui il mio intervento.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: lettera al dissidente
MessaggioInviato: ven 04 ott 2019, 01:05 
Non connesso

Iscritto il: mer 28 mar 2007, 18:39
Messaggi: 1837
Paola ha scritto:

Io non voglio intervenire nelle rispettive questioni, volevo solo dire che né io né gli altri componenti del consiglio direttivo siamo dei poveri sprovveduti che si fanno manipolare da un presidente dittatore, come tu hai più volte affermato.
Spero sia chiaro a te e a chi legge questo forum che non avendo altro da aggiungere, chiudo qui il mio intervento.


Io non ho mai affermato ciò che tu dici e non è nemmeno il mio pensiero. Quello che sostengo è che non c'è nessuna opposizione al presidente nel consiglio anche quando ci sono stati evidenti elementi che lo richiedevano. Quando è così si va verso la dittatura perché uno pensa che tutto ciò che fa sia giusto e quindi è tentato di usare tutti i mezzi per raggiungere ciò che vuole. L'opposizione ha un suo ruolo, dove l'hanno fatta fuori non se la passano tanto bene mi pare.

_________________
Qui Radio Backgammon italiano libero.


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 28 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Bing [Bot], Google [Bot] e 8 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
cron
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group. Color scheme by ColorizeIt!
Traduzione Italiana phpBB.it
[ Time : 0.080s | 14 Queries | GZIP : Off ]