Backgammon.it

La tua guida on-line di backgammon
Oggi è sab 14 dic 2019, 09:36

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 26 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: lettera al dissidente
MessaggioInviato: mar 17 set 2019, 11:24 
Non connesso

Iscritto il: mar 13 mar 2007, 09:06
Messaggi: 2697
...eggià il forum serve e sebbene non mi piaccia farlo rispondo:

Sono affetto da ansia POPPIANA, questo ragazzo orami uomo mi crea dei problemi, dice che io sono Cesare dimenticando che lui è Bruto, si mette a giudicare qualsiasi cosa noi facciamo dall’alto della sua posizione di rappresentante romeno all’interno della federazione europea/mondiale che niente risponde alle richieste ripetutamente inoltrate dal rappresentante CNB e lancia strali quasi a creare un nemico, come si usa fare adesso in politica.

Rispondo con la circolare inviata ai soci ad agosto, forse non del tutto esaustiva, possiamo fare meglio? certamente, però non ero obbligato a scriverla.
Preventivo stagione 2019/20
Stiamo programmando il nuovo Calendario.
Oltre al calendario abbiamo pubblicati nel sito il Bando di Gara 2019/20, queste le novità:
- La categoria Intermediate si chiamerà Advanced e cambierà la formula: dai gironi + play off si passa alla quadrupla eliminazione, girone unico con 9 turni di gioco, out dopo 4 sconfitte.
- Orologi in dotazione Categoria Advanced, non obbligatori ma “preference” ossia precedenza assoluta a chi vorrà usarli.
- Tesseramento CNB da 15 passa a 30 euro, con inizio 1 gennaio 2020, necessita fare cassa, vorremmo investire in iniziative pro giocatori.
- Abbiamo raddoppiato il numero dei tornei locali.
- Avremo 12 qualificati per i play off del Campionato Italiano e non più 8 nella categoria Advanced.
INOLTRE
- Stiamo definendo un accordo per uno sponsor specifico del backgammon, un ritorno d’immagine importante.
- Stiamo definendo la struttura di un nuovo sito web all’interno del quale convoglieranno: le novità, la didattica e un settore dedicato interamente all’online.
- Stiamo definendo degli accordi per effettuare dei seminari didattici.
- Stiamo definendo l’aggiornamento del sito BGRATING, un lavoro improbo, conterrà tutti risultati delle partite di campionato dagli ultimi 10 anni, oltre 30.000 incontri.
- …e come sempre, varie ed eventuali a stagione in corso.

Attività ONE LINE:
- grande successo ha riscontrato l’attività online curata da Andrea e Massimiliano i quali sono pronti a riproporre il Campionato Italiano Online “CIO” a partite dal 15 settembre 2019.

Aggiungo

A fine di ciascun anno arriviamo senza alcun utile, ergo, la ridicola quota di tesseramento era doverosamente da rivedere in rapporto alle spese da farsi in base ai servizi da offrire:
- nuovo acquisto orologi per advanced
- rifinanziamento online
- finanziamento e premi Coppa Italia
- acquisto pc da ammortizzare
- materiale per lo streaming
- nuovo sito web da finanziare
- divise per nazionali
- gadget
- aumento spese amministrative
- varie ed eventuali quali trasferte per ricerca sedi sebbene fino a ieri a proprie spese.

[/i]
A fronte di cotanto impegno economico, gli scontenti possono anche starsene a casa, se dotati di insensibilità.

Le osservazioni giunte da Popa rafforzano il braccio di ferro che ha intrapreso con il CNB, al pari di un figlio allontanato dalla casa materna, cristianamente criticabile ma laicamente comprensibile. Essere all’interno di una squadra vuol dire entrare in sintonia con i giocatori, la squadra cnb è composta di 10 giocatori che relazionano con rispetto dei ruoli che ciascuno occupa, la sintonia è tutto se si vuol proseguire in un progetto comune. Spero sia chiaro il concetto della sua esclusione dal direttivo CNB, niente di personale, solo necessità di lavorare in sintonia, anche sbagliando se dovesse succedere.

Popa dimentica che il CNB non è una federazione e per adesso non ha alcuna intenzione di divenirlo, vive della propria attività agonistica, forgia nuovi campioni e fa divertire i neofiti o aspiranti pro in un contesto amicale. Che poi si sia apprezzati dagli stranieri non vuol dire che siamo internazionali. Popa ci sopravvaluta, ci indica compiti didattici ai quali ottemperare o altre soluzioni a lui consone ma ignora che quello che facciamo ci basta ed avanza. Se però, ci trova uno sponsor e venissimo retribuiti, si potrebbe aprire un nuovo capitolo.
Vogliamo discutere di una quota di 30 euro a fronte di tutto il lavoro non retribuito? Per chi non lo sapesse, ogni giocatore iscritto versa una quota all’Acsi che viene detratta dalla quota di tesseramento.
Potremmo fare cosi: non aumentiamo la quota, non facciamo lo streaming, non comperiamo nuovi orologi, non finanziamo l’online, niente innovazioni. Cosi fosse, saremmo cmq criticabili .

Non conviene invece apprezzare e complimentarsi per quanto stiamo facendo? Coraggio, non è vietato farlo, vi vergognate? Vi siete abituati ad avere quanto serve e ora lo considerate un diritto?
Succede così anche con i figlii e io ne so qualcosa, se comperi prosiutto crudo e filetto non aprezzeranno mai la mortadella se non in età adulta, e se vanno in campeggio con gli scout mangiano di tutto senza alcuna lamentela.
Una metafora che fa pensare al progetto wbgf da anni in sospeso che è vietato criticare ma nel frattempo si critica il CNB che si fa il mazzo. Sono i casi strani della vita!!! più fai e più sei criticatoi. A me piace la mortadella per cui NP.

Alle spalle di tutto ciò che accade ci sono uomini che si impegnano, che fanno del CNB un obbiettivo non personale ma di gruppo, se io ci sto ancora dietro è nel rispetto di tutti questi amici che mi/ci hanno dato fiducia in tanti anni e nel rispetto del loro tempo e che mai tradiremmo per alcun motivo al mondo.

OH… non voglio convincere nessuno, è che mi sto rompendo le palle…. I capricci che fanno alcuni giocatori sono infantili, ignorano che da zero è cresciuto un movimento e se ancora esiste lo dobbiamo a chi ha offerto tempo, dedizione, desiderio, volontà ed entusiasmo. La serietà si evince dalla durata, nello stesso modo i club: appaluso a scena aperta per i BGClub di Roma, di Milano, di Torino, di Venezia e un incoraggiamento ai club minori, il CNB sta vicino a tuti coloro che necessitano di un idotto di raccordo che il CNB cerca di rappresentare.

Dedico questa mia discussione ad Aldo Fava, socio fondatore da me mai dimenticato, mi ha insegnato la serietà, allorchè i giocatori a Massa Lubrense erano prossimi ad una gita in barca era giusto che noi sotto il sole dovessimo provare il meccanismo degli orologi. Dedizione e responsabilità che non ho mai dimenticato caro Popa, non sono una meteora ma fondamenta su cui si erge il CNB. Grazie Aldo!

Tuo presidente ancora per tre mesi e 12 giorni
Alfonso Sara


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: lettera al dissidente
MessaggioInviato: mer 18 set 2019, 00:20 
Non connesso

Iscritto il: mer 28 mar 2007, 18:39
Messaggi: 1881
Alfonso, io parlo da giocatore CNB dalla sua creazione e da ex consigliere, il mio ruolo in WBGF e federazione romena c'entra poco, sicuramente ho avuto modo di imparare e vedere le cose anche in un modo diverso rispetto a chi fa parte di un unica associazione.
Inutile che insisti nel dire che sono stato escluso dal consiglio, sono stato isolato perché lo hai voluto tu, che è ben diverso. Ora vedo che lo sono anche come socio, sono ben contenuto di alcune delle novità, se avessi ricevuto anche io la mail magari evitavo di scrivere qui.
Se ci sono degli aumenti delle spese amministrative ci può stare un aumento della tessera ma raddoppiarla mi sembra troppo, la quota ACSI c'era anche prima. Per quanto riguarda le altre spese si può anche attingere al fondo cassa, sono spese una tantum.
L'aumento del rake da 40 a 50 Eur a mio avviso farà si che le presenze diminuiranno specialmente fra gli stranieri, quando si va a vedere un torneo è una delle cose più importanti.
Il CNB non è una federazione ma neanche una semplice associazione visto che rappresenta il backgammon in Italia, sicuramente la mia visione è differente dalla tua che sei il fondatore, sarebbe importante conoscere cosa vogliono i giocatori italiani, soci e no, ma purtroppo molti hanno paura di parlare, io ho aperto altri thread su temi diversi ma praticamente nessuno ha il coraggio di discutere probabilmente per non essere accusato anche lui che vuole destabilizzare il Cnb e finire in cattiva luce, come successo a me. Forse su una cosa siamo d'accordo, i soci dovrebbero fare i soci e non soltanto i giocatori e implicarsi di più, dubito che la maggioranza sarebbe d'accordo con questo rincaro dei costi generale.

Io ho sempre apprezzato il Cnb per quanto ha fatto ma i tempi cambiano, vedo che qualcosa comunque si sta muovendo. Quello che dici tu sul accontentarsi è giusto solo in parte, se il mondo funzionasse così non saremmo arrivati oggi al livello di civiltà che abbiamo. Succede in tutti gli ambienti che si voglia sempre di più, esistono le aspettative che per la natura umana sono crescenti, i complimenti di solito sono pochi quando le cose sono piatte.
Il WBGF andrebbe criticato anche lui, per le cose che dovrebbe fare e non le fa, io che conosco abbastanza la realtà ho solo chiesto un pò di pazienza, vedremo a fine anno.
L'opposizione ha un ruolo negli ambienti democratici se è costruttiva, diversamente dove c'è un regime non esiste. La mia cercherà di esserlo, spero che la finiamo con attacchi personali. Ho apprezzato quanto ho appreso dal forum, meno il fatto che non ho ricevuto la comunicazione via mail, i ruoli vanno rispettati ma purtroppo vedo che questa cosa manca, da consigliere eletto in assemblea è andata uguale.

_________________
Qui Radio Backgammon italiano libero.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: lettera al dissidente
MessaggioInviato: mer 18 set 2019, 00:27 
Non connesso

Iscritto il: mer 28 mar 2007, 18:39
Messaggi: 1881
danrot ha scritto:
Grazie Alfonso, c'è un motivo per cui uno merita di essere Presidente e un'altro no o al massimo Vice, e cos'è? L'ELEGANZA
Tu in questo passaggio sei stato egregiamente elegante io purtroppo come Vice mi son zittito perchè si sa che manco di ELEGANZA...e in questo caso ne avrei usata molto poca.
Grazie per aver avuto il coraggio di rispondere per me; mi hai evitato una denuncia.
a Cavalese quindi, ma poi sopratutto a VARENNA e a "FRASCATI"!! DR


Fai bene a non parlare più come vicepresidente CNB e lasciare questo compito agli altri, hai fatto già parecchi danni all'immagine del CNB.

_________________
Qui Radio Backgammon italiano libero.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: lettera al dissidente
MessaggioInviato: mer 18 set 2019, 07:54 
Non connesso

Iscritto il: mer 28 mar 2007, 18:39
Messaggi: 1881
alfonso ha scritto:

Se però, ci trova uno sponsor e venissimo retribuiti, si potrebbe aprire un nuovo capitolo.


Capitolo sponsor, credo sia fattibile per le magliette della nazionale, queste in effetti non sono un costo fisso ma variabile. Io purtroppo non ho in Italia degli agganci però magari qualcun altro si, si potrebbe andare da una Lottomatica o qualche altra casa di scommesse e proporre la sponsorizzazione, avrebbero comunque un piccolo ritorno d'immagine a fronte di una spesa irrisoria per loro, in Romania lo abbiamo trovato. Sarebbe un buon inizio perchè il bg guadagni un pò di visibilità anche in Italia, invece per avere persone retribuite l'unica cosa è avere un nr di tesserati alto, cosa molto difficile in Italia, avere soldi dal Coni/governo è impossibile purtroppo.

_________________
Qui Radio Backgammon italiano libero.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: lettera al dissidente
MessaggioInviato: gio 19 set 2019, 09:58 
Non connesso

Iscritto il: mar 13 mar 2007, 09:06
Messaggi: 2697
vediamo se riusciamo a mettere ordine
Cita:
Inutile che insisti nel dire che sono stato escluso dal consiglio, sono stato isolato perché lo hai voluto tu,

Assolutamente sbagliato, il caso Braconi e la tua assoluta caparbietà esplicitata attraverso decine di mail e pubblicazioni nel forum (dimenticando il tuo ruolo di consigliere e il lavoro di squadra) ti ha messo fuori gioco da solo, il direttivo era stufissimo del tuo comportamento. Aggiungo, forse dimentichi la tua posizione come rappresentante CNB in Eubgf in cui hai affermato che pur ascoltanto il direttivo avresti agito secondo le tue idee (ti sembra normale?). Quindi il tuo allontanamento è stato conseguente alla tua intemperanza: una cosa è la tua proiezione e un altra la vita reale che mal sopporta le scorribande polemiche.

Cita:
Se ci sono degli aumenti delle spese amministrative ci può stare un aumento della tessera ma raddoppiarla mi sembra troppo,

Nel 2011 la quota era di 20 euro. Forse nel 2020 ritornerà ad abassarsi.... dipende da cosa si vuol fare, quest'anno e l'anno scorso ci siamo impegnati in voler realizzare dei progetti, non credo siano pochi euro per giocatore a disturbare la quiete, se così fosse ne prederemo atto.

Cita:
L'aumento del rake da 40 a 50 Eur a mio avviso farà si che le presenze diminuiranno specialmente fra gli stranieri,

non capisco di che aumento parli, sempre 50 euro sono per ciascun torneo. Si modifica il montepremi finale? certo, è corretto, il montepremi deve essere la somma degli accantonamenti di chi partecipa al campionato e come sempre può farlo chi ha almeno tre partecipazioni. Mi spiaghi perchè devo accantonare 10 euro di chi non partecipa al campionato? Questa differenza verrà impegnata per altre soluzioni rivolte ai giocatori/soci, nota la sottolineatura.
Posso già dirti che l'anno scorso è stato l'ultimo anno per i francesi. Era un anomalia la loro costante presenza. Alla fine non vincevano più e i costi son costi. Questo vale per tutti coloro che arrivano in aereo, alla fine si fanno due conti e tirano le somme. Posso garantirti che la maggior parte degli stranieri non viene per i soldi, così fosse sarebbe controproducente, il CNB offre altre opportunità, l'Italia offre molte attrattive e il CNB è una di queste se si è appassionati di gioco. Se volessimo attrarre giocatori stranieri dovremmo alzare le quote, ma esula dal nostro interesse, semmai le abbasseremo.


Cita:
Il CNB non è una federazione ma neanche una semplice associazione visto che rappresenta il backgammon in Italia, sicuramente la mia visione è differente dalla tua che sei il fondatore, sarebbe importante conoscere cosa vogliono i giocatori italiani, soci e no, ma purtroppo molti hanno paura di parlare, io ho aperto altri thread su temi diversi ma praticamente nessuno ha il coraggio di discutere probabilmente per non essere accusato anche lui che vuole destabilizzare il Cnb e finire in cattiva luce, come successo a me.


Il CNB raccoglie iniziative mirate a esprimere il meglio del gioco in Italia,questo fa e questo è, se non ti torna e ti sei fatto un idea diversa si spiegano molte cose. Conseguentemente ad un capillare lavoro agonistico abbiamo raggiunto una buona considerazione da parte dei giocatori che meglio di te hanno capito che il backgammon è un gioco, una passione, un divertimento, un opportunità e tante altre cose che tutte assieme ci esaltano ma, nella realtà, siamo tutti sullo stesso piano e chi più e chi meno offre il proprio contributo, anche solo giocando. Il tuo è estremamente polemico, è sempre inclinato. Ora esempio polemizzi anche con i giocatori silenti!!!! Te la prendi con il rincaro di un tesseramento annuale pari ad un biglietto del treno di 100 km; non apprezzi niente di quanto è stato fatto.... sinceramente manchi di obbiettività.

Cita:
Quello che dici tu sul accontentarsi è giusto solo in parte, se il mondo funzionasse così non saremmo arrivati oggi al livello di civiltà che abbiamo. Succede in tutti gli ambienti che si voglia sempre di più, esistono le aspettative che per la natura umana sono crescenti, i complimenti di solito sono pochi quando le cose sono piatte.

Cioè paragoni il backgammon al grado di civiltà? ti sbilanci in proiezioni universali per far capire che i complimenti non servono perchè la civiltà non progredisce?? Ragionamento da bambino viziato! Ad un figlio gli devi dare facolta di sbagliare, poi devi incoraggiarlo, supportarlo e stargli vicino. Questa è civiltà, non ossessionarlo con principi di verità assoluta dimenticando che il CNB è il patrimonio nazionale del backgammon e come tale va accudito nell'interesse di tutti.

Cita:
Il WBGF andrebbe criticato anche lui, per le cose che dovrebbe fare e non le fa, io che conosco abbastanza la realtà ho solo chiesto un pò di pazienza,

cioè pazienza per la wbgf ex eubgf e intolleranza per il CNB, è questa la tua ricetta?

Cita:
L'opposizione ha un ruolo negli ambienti democratici se è costruttiva, diversamente dove c'è un regime non esiste. La mia cercherà di esserlo, spero che la finiamo con attacchi personali. Ho apprezzato quanto ho appreso dal forum, meno il fatto che non ho ricevuto la comunicazione via mail, i ruoli vanno rispettati ma purtroppo vedo che questa cosa manca, da consigliere eletto in assemblea è andata uguale.

Se fosse stata costruttiva lo sapremmo tutti ma attraverso la polemica non si arriva da nessuna parte e tu ti sei sempre posto in questa maniera, a volte a ragione ma sempre di polemica si tratta quindi dipende solo da te. Il CNB rifiuta le polemiche, io magari le affronto e Danny le promuove ma il direttivo che rappresenta l'humus dell'associazione è pacato e insensibile alle polemiche. Se hai delle proposte valide sono sicuro che le ascolterà, conosci bene i componenti che in altre occasioni hai relegato al ruolo di comprimari compiacenti, la loro decisionalità è totale e io mi adeguo, non il contrario sebbene mi espongo con faciltà, come un presidente deve fare diversamente da Alfonso che ha tutt'altro indirizzo nella vita.
Per la comunicazione via mail devo controllare, l'indirizzario mi arriva e lo incollo, succede che delle mail mi ritornano indietro per svariati motivi. Non escludo di averti reso invisibile stufo di tanti attacchi, sinceramente non ricordo.

Sponsor: le magliette della nazionale ce le compriamo, non è un problema di sponsor.

Soci: vivo il backgammon intensamente, forse troppo, faccio però fatica a vedere all'orrizzonte nuovi organizzatori o possibili aiuti esterni. Il mio obbiettivo è trovare un ricambio generazionale, qualche giovane 30/40enne che si renda disponibile ad iniziare un percorso organizzativo munito di passione e interesse verso questa attività. Se lo si trovasse...il CNB durerebbe a lungo, se mi aiutate in questo forse ritornei a sbattere i dadi!! .
al.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: lettera al dissidente
MessaggioInviato: gio 19 set 2019, 12:55 
Non connesso

Iscritto il: mer 28 mar 2007, 18:39
Messaggi: 1881
alfonso ha scritto:
vediamo se riusciamo a mettere ordine

non capisco di che aumento parli, sempre 50 euro sono per ciascun torneo. Si modifica il montepremi finale? certo, è corretto, il montepremi deve essere la somma degli accantonamenti di chi partecipa al campionato e come sempre può farlo chi ha almeno tre partecipazioni. Mi spiaghi perchè devo accantonare 10 euro di chi non partecipa al campionato? Questa differenza verrà impegnata per altre soluzioni rivolte ai giocatori/soci, nota la sottolineatura.
Posso già dirti che l'anno scorso è stato l'ultimo anno per i francesi. Era un anomalia la loro costante presenza. Alla fine non vincevano più e i costi son costi. Questo vale per tutti coloro che arrivano in aereo, alla fine si fanno due conti e tirano le somme. Posso garantirti che la maggior parte degli stranieri non viene per i soldi, così fosse sarebbe controproducente, il CNB offre altre opportunità, l'Italia offre molte attrattive e il CNB è una di queste se si è appassionati di gioco. Se volessimo attrarre giocatori stranieri dovremmo alzare le quote, ma esula dal nostro interesse, semmai le abbasseremo.



Molto bene, facciamo i chiarimenti su tutto, risponderò un argomento alla volta così che chi legge potrà selezionare se vuole, comincio dal più importante.

Nel bando dello scorso anno c'era scritto chiaramente quanto veniva accantonato per il playoff, in questo nuovo no, da qui nasce il fraintendimento. Vedo scritto "Il montepremi è costituito dal totale degli accantonamenti fatti durante il periodo agonistico" ma della cifra nessuna traccia.
Bando vecchio:
http://backgammonitalia.it/stagione-201 ... a-2018-19/

Quindi mi vuoi dire che a fine anno dai 50 Eur di registrazione a giocatore a torneo si prenderanno 10 Eur come accantonamento ma solo per chi ha almeno 3 partecipazioni ? I 10 Eur di chi ha meno di 3 partecipazioni non possono più però tornare nel montepremio del torneo.
Insomma, puoi chiarire il cambiamento da 210 +40 a 200 + 50 nel bando torneo ?


I 15 Eur in più della tessera non saranno granchè nelle tasche di chi si fa un pò di tappe ma incide su chi si fa 1 o 2 tornei, sono 30 o 15 Eur da aggiungere al rake. Vedremo chi ha ragione a Venezia l'anno prossimo quando gli stranieri dovranno pagare 30 Eur, il bando di gara è solo in italiano e dubito lo leggano. Il problema dei costi alti è stato già rilevato in passato e bisogna fare molta attenzione secondo me, se ci sono spese extra per un PC rotto si dovrebbe prendere dal fondo cassa piuttosto che far alzare per poi diminuire in futuro il costo della tessera annuale.

_________________
Qui Radio Backgammon italiano libero.


Ultima modifica di Florin il gio 19 set 2019, 13:59, modificato 1 volta in totale.

Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: lettera al dissidente
MessaggioInviato: gio 19 set 2019, 13:27 
Non connesso

Iscritto il: mer 28 mar 2007, 18:39
Messaggi: 1881
alfonso ha scritto:
Assolutamente sbagliato, il caso Braconi e la tua assoluta caparbietà esplicitata attraverso decine di mail e pubblicazioni nel forum (dimenticando il tuo ruolo di consigliere e il lavoro di squadra) ti ha messo fuori gioco da solo, il direttivo era stufissimo del tuo comportamento. Aggiungo, forse dimentichi la tua posizione come rappresentante CNB in Eubgf in cui hai affermato che pur ascoltanto il direttivo avresti agito secondo le tue idee (ti sembra normale?). Quindi il tuo allontanamento è stato conseguente alla tua intemperanza: una cosa è la tua proiezione e un altra la vita reale che mal sopporta le scorribande polemiche.


Ho dovuto scrivere tante mail perché ho avuto a che fare con scorrettezze e incongruenze da parte tua nella gestione del caso, oltre ad una resistenza chiamiamola patriotica che mi hanno determinato a portare più argomenti possibile, posso capire che ho stufato ma tu stai parlando di un ESCLUSIONE che non ha mai avuto luogo, cosa vi siete parlati fra di voi io non lo so. Informare i giocatori italiani di cosa succede credo sia il dovere del consiglio, io ho fatto semplicemente questo anche se sapevo non sarebbe stato gradito ma non ho infranto nessuna regola.
Non facciamo confusione fra i ruoli, io come rappresentate CNB in Eubgf so bene ero tenuto a fare il portavoce del consiglio, infatti non volevo più quel ruolo e avevano concordato che Giorgio Castellano era la persona adatta. Mi interessava invece il ruolo nel board WBGF e lì puoi entrare solo se candidato da un paese, ovviamente visto la tua opinione riguardo WBGF, più volte espressa anche qui sul forum, io non potevo andare lì sotto "tutela" CNB però ho detto che sarò sempre disposto a discutere ed ad aiutare, anche ora che non rappresento più Italia. Abbiamo raggiunto quindi un accordo, che io avrei dato le dimissioni da consigliere CNB se eletto, cosa che poi ho fatto. Potevo portare a termine il mio mandato come avrei voluto ma non c'erano più le condizioni per farlo in maniera normale, non ricevevo più risposte dai consiglieri anche su questioni di interesse nazionale.
Io come consigliere ho sempre cercato di fare gli interessi dei giocatori, per questo mi sono candidato, se gli altri si candidano per sposare la causa del presidente qualunque essa sia affari loro ma per me non è così.

Il CNB non può più essere guidato come un azienda di famiglia, oggi se andiamo a vedere in giro quasi dappertutto troviamo presidenti di federazioni giocatori e non organizzatori. Mi collego qui anche al discorso progresso della civiltà, tu dici che va bene così e accontentarsi ma non dovresti essere tu a deciderlo ma i giocatori italiani. Dici di me che sono un bambino viziato ma io dico invece che i giocatori italiani sono quelli che sono stati abituati bene e prendere un pò tutto quello che arriva dal consiglio CNB senza implicarsi, credo che ora dovrebbero farlo di più in primis partecipando alla prossima assemblea, cosa che vuoi anche tu. Non me la prendo assolutamente con i giocatori silenti perchè li capisco visto quanto successo a me e come sono stato trattato, ho solo fatto presente il clima da regime che esiste attualmente nel backgammon italiano dove quasi nessuno esprime opinioni in pubblico e quando qualcuno lo fa viene definito un destabilizzatore o un rompiscatole.

_________________
Qui Radio Backgammon italiano libero.


Ultima modifica di Florin il gio 19 set 2019, 13:49, modificato 1 volta in totale.

Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: lettera al dissidente
MessaggioInviato: gio 19 set 2019, 13:40 
Non connesso

Iscritto il: mer 28 mar 2007, 18:39
Messaggi: 1881
alfonso ha scritto:

Il CNB rifiuta le polemiche, io magari le affronto e Danny le promuove ma il direttivo che rappresenta l'humus dell'associazione è pacato e insensibile alle polemiche. Se hai delle proposte valide sono sicuro che le ascolterà, conosci bene i componenti che in altre occasioni hai relegato al ruolo di comprimari compiacenti, la loro decisionalità è totale e io mi adeguo, non il contrario sebbene mi espongo con faciltà, come un presidente deve fare diversamente da Alfonso che ha tutt'altro indirizzo nella vita.

Soci: vivo il backgammon intensamente, forse troppo, faccio però fatica a vedere all'orrizzonte nuovi organizzatori o possibili aiuti esterni. Il mio obbiettivo è trovare un ricambio generazionale, qualche giovane 30/40enne che si renda disponibile ad iniziare un percorso organizzativo munito di passione e interesse verso questa attività. Se lo si trovasse...il CNB durerebbe a lungo, se mi aiutate in questo forse ritornei a sbattere i dadi!! .
al.


Vuoi dire il CNB rifiuta le critiche, le polemiche sono una conseguenza. Io di proposte ne ho fate qui sul forum ma non ho ricevuto ancora nessun feedback, ricordo le due che mi interessano di più:
- creazione di una commissione etica, oltre che la revisione delle commissioni
- backgammon e giovani/scuola
Tu vedi mi pare la figura di presidente identica a quella di organizzatore tornei ma non deve essere così per forza, so che in Italia siamo abituati in questo modo. Se qualcuno avrà voglia di organizzare tornei avrà da seguire un percorso, per chi vorrà fare il presidente CNB in futuro il percorso è diverso.

_________________
Qui Radio Backgammon italiano libero.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: lettera al dissidente
MessaggioInviato: gio 19 set 2019, 15:54 
Non connesso

Iscritto il: mar 13 mar 2007, 09:06
Messaggi: 2697
sono certo che non ti offenderai se non ti rispondo, mi ero tirato fuori dal forum, poi mi pareva corretto rientrare perchè è pur sempre una voce comune, adesso credo di averti dedicato più tempo di quanto mi posso concedere. Casomai fossi dalle mie parti chiamami, ci ricaveremo un week end tutto a botte e risposte.
al.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: lettera al dissidente
MessaggioInviato: gio 19 set 2019, 17:29 
Non connesso

Iscritto il: mer 28 mar 2007, 18:39
Messaggi: 1881
alfonso ha scritto:
sono certo che non ti offenderai se non ti rispondo, mi ero tirato fuori dal forum, poi mi pareva corretto rientrare perchè è pur sempre una voce comune, adesso credo di averti dedicato più tempo di quanto mi posso concedere. Casomai fossi dalle mie parti chiamami, ci ricaveremo un week end tutto a botte e risposte.
al.


Non mi offendo ma ritengo doveroso da parte tua rispondere al quesito sulle quote di iscrizione, il resto è opzionale, puoi farlo anche la settimana prossima prima di Cavalese. Il bando gara è da sistemare a mio avviso, non capisco perché è stata tolta la parte riguarda la distribuzione della quota di iscrizione.

_________________
Qui Radio Backgammon italiano libero.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: lettera al dissidente
MessaggioInviato: mer 25 set 2019, 10:36 
Non connesso

Iscritto il: gio 12 ago 2010, 20:04
Messaggi: 172
Località: ASTI
Per una Associazione i cui soci sono distribuiti su di un territorio molto ampio esiste un problema serio di comunicazione. Per forza di cose ci si limita alle occasioni istituzionali (Assemblea dei soci) a quelle informali (incontri in occasione dei tornei) ed alle newsletter inviate ai soci. C' è però un altro problema ed è quello di riuscire a far capire ai soci che rivolgono domande o richieste quale sia la posizione degli organi direttivi. Nel caso di Florin il problema è enorme in quanto non c'è peggior sordo di chi non vuol sentire. Personalmente gli ho risposto sui due quesiti che ha formulato (commissioni e rapporto backgammon/giovani/scuola) ma evidentemente o non ha capito o non vuole capire oppure ancora non mi reputa all'altezza di dargli una risposta. E allora? serve rispondere a Florin e a tutti coloro che formulano richieste o quesiti? certamante ma solo se sono disposti a dialogare. Per dialogare intendo uno SCAMBIO di informazioni e interazioni tra le persone coinvolte. Se poi "qualcuno" vuole solo imporre agli organi direttivi il proprio punto di vista perchè, da un lato, ritiene di avere competenze o idee superiori e dall'altro si ritiene discriminato se non ci si adegua alle sue idee senza alcuna disponibilità a comprendere le ragioni della controparte, non c'è possibilità di dialogo perchè non esiste SCAMBIO di interazioni ma solo volontà di imporre le proprie idee.

_________________
Nenbun si nasce, e modestamente io lo nacqui

Chi vince festeggia, chi perde spiega (Stepic)


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: lettera al dissidente
MessaggioInviato: ven 27 set 2019, 02:13 
Non connesso

Iscritto il: mer 28 mar 2007, 18:39
Messaggi: 1881
NENBUN ha scritto:
Per una Associazione i cui soci sono distribuiti su di un territorio molto ampio esiste un problema serio di comunicazione. Per forza di cose ci si limita alle occasioni istituzionali (Assemblea dei soci) a quelle informali (incontri in occasione dei tornei) ed alle newsletter inviate ai soci. C' è però un altro problema ed è quello di riuscire a far capire ai soci che rivolgono domande o richieste quale sia la posizione degli organi direttivi. Nel caso di Florin il problema è enorme in quanto non c'è peggior sordo di chi non vuol sentire. Personalmente gli ho risposto sui due quesiti che ha formulato (commissioni e rapporto backgammon/giovani/scuola) ma evidentemente o non ha capito o non vuole capire oppure ancora non mi reputa all'altezza di dargli una risposta. E allora? serve rispondere a Florin e a tutti coloro che formulano richieste o quesiti? certamante ma solo se sono disposti a dialogare. Per dialogare intendo uno SCAMBIO di informazioni e interazioni tra le persone coinvolte. Se poi "qualcuno" vuole solo imporre agli organi direttivi il proprio punto di vista perchè, da un lato, ritiene di avere competenze o idee superiori e dall'altro si ritiene discriminato se non ci si adegua alle sue idee senza alcuna disponibilità a comprendere le ragioni della controparte, non c'è possibilità di dialogo perchè non esiste SCAMBIO di interazioni ma solo volontà di imporre le proprie idee.


Perdonami Diego ma ricordo solo una risposta tua generica riguardo le commissioni, io vedo che sul sito ci sono ancora gli stessi nomi. magari mi dici come vedi la proposta riguardo una commissione etica, argomento diventato caldo quest'estate.
Io vorrei imporre e rifiuterei il dialogo ?? Non mi sognerei mai di farlo, so bene che non sono altro che uno caduto in disgrazia, mi basta una corretta attenzione visto che a me le comunicazioni non arrivano.
Ho chiesto delucidazioni sul bando gara e ancora niente e il primo torneo è già partito e poi sarei io che rifiuto il dialogo ??

Leggo:
"Il montepremi è costituito dal totale degli accantonamenti fatti durante il periodo agonistico e verrà così
suddiviso: 50% al vincitore, 30% per il finalista e 20% per il vincitore della finale per il terzo posto."

Di come si fa l'accantonamento niente c'è scritto, magari rispondi tu se il presidente non vuole.

_________________
Qui Radio Backgammon italiano libero.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: lettera al dissidente
MessaggioInviato: mar 01 ott 2019, 17:39 
Non connesso

Iscritto il: gio 12 ago 2010, 20:04
Messaggi: 172
Località: ASTI
Più di una volta ti ho spiegato la differenza di compiti e di dimensioni che esiste tra una "Federazione" ed una "Associazione" ma evidentemente non sono riuscito a spiegarmi bene visto che ricadi negli stessi errori. Ci riprovo.
Se il Cnb fosse una Federazione allora sarebbe non solo corretto ma anche auspicabile che al suo interno si formino delle commissioni su specifici aspetti etici, amministrativi, agonistici, ecc,ecc. Purtroppo le dimensioni sono quelle che sono ed il Cnb, come ti avevo già scritto, si limita a dare mandati ad alcuni consiglieri e/o soci di trattare alcune questioni le quali vengono poi sottoposte al Consiglio Direttivo per le decisioni opportune. Anche nel caso ci fossero delle commissioni, esse avrebbero comunque solo un potere consultivo e propositivo ma non decisionale in quanto tutte le decisioni spettano sempre agli organi esecutivi. Quest'ultima affermazione è ancora più vera e reale quando si tratta di Associazioni. Ogni socio ha la possibilità, come da Statuto, di formulare quesiti particolari in occasione e nelle modalità previste dallo Statuto che regge l'Associazione o la Federazione.
Lo stesso discorso vale per le attività promozionali nelle scuole che sono una delle attività specifiche di una Federazione ma non di una Associazione. Sarebbe un po' come chiedere all'Inter, al Milan o alla Juventus di fare attività di promozione del calcio in tutte le scuole italiane, possibile certo ma questo è un compito federale e non di una società sportiva.
Per quanto attiene alla formazione del montepremi dei playoff, ti posso solo dire, a puro titolo personale, che quando è stato stilato il bando non c'era la piena sicurezza di come sarebbe stato composto in quanto era stata formulata una proposta che riguardava tale oggetto che è stata definitivamente approvata solo poche ore prima dell'inizio del primo torneo di Cavalese. Purtroppo le distanze ci sono e le discussioni a mezzo mail, chat e simili hanno bisogno di una ratifica formale da farsi in occasione di una formale riunione del Consiglio Direttivo cosa che è potuta accadere solo in occasione del primo torneo.

_________________
Nenbun si nasce, e modestamente io lo nacqui

Chi vince festeggia, chi perde spiega (Stepic)


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: lettera al dissidente
MessaggioInviato: mar 01 ott 2019, 19:31 
Non connesso

Iscritto il: mar 13 mar 2007, 09:06
Messaggi: 2697
Tutto giusto Diego ma backgammon.it è un forum pubblico e se un socio mi chiede di discutere di argomenti interni all’associazione posso non rispondere, anzi è sciocco farlo.
Esistono canali informativi differenti, ufficiali, dove si può approfondire o anche di persona e non vedo il motivo di interloquire sul forum a senso unico.
Come diceva un giocatore dopo essersi fatto un idea leggendo il forum: siete troppo disponibili!!!


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: lettera al dissidente
MessaggioInviato: mar 01 ott 2019, 23:25 
Non connesso

Iscritto il: mer 28 mar 2007, 18:39
Messaggi: 1881
NENBUN ha scritto:
Più di una volta ti ho spiegato la differenza di compiti e di dimensioni che esiste tra una "Federazione" ed una "Associazione" ma evidentemente non sono riuscito a spiegarmi bene visto che ricadi negli stessi errori. Ci riprovo.
Se il Cnb fosse una Federazione allora sarebbe non solo corretto ma anche auspicabile che al suo interno si formino delle commissioni su specifici aspetti etici, amministrativi, agonistici, ecc,ecc. Purtroppo le dimensioni sono quelle che sono ed il Cnb, come ti avevo già scritto, si limita a dare mandati ad alcuni consiglieri e/o soci di trattare alcune questioni le quali vengono poi sottoposte al Consiglio Direttivo per le decisioni opportune. Anche nel caso ci fossero delle commissioni, esse avrebbero comunque solo un potere consultivo e propositivo ma non decisionale in quanto tutte le decisioni spettano sempre agli organi esecutivi. Quest'ultima affermazione è ancora più vera e reale quando si tratta di Associazioni. Ogni socio ha la possibilità, come da Statuto, di formulare quesiti particolari in occasione e nelle modalità previste dallo Statuto che regge l'Associazione o la Federazione.
Lo stesso discorso vale per le attività promozionali nelle scuole che sono una delle attività specifiche di una Federazione ma non di una Associazione. Sarebbe un po' come chiedere all'Inter, al Milan o alla Juventus di fare attività di promozione del calcio in tutte le scuole italiane, possibile certo ma questo è un compito federale e non di una società sportiva.
Per quanto attiene alla formazione del montepremi dei playoff, ti posso solo dire, a puro titolo personale, che quando è stato stilato il bando non c'era la piena sicurezza di come sarebbe stato composto in quanto era stata formulata una proposta che riguardava tale oggetto che è stata definitivamente approvata solo poche ore prima dell'inizio del primo torneo di Cavalese. Purtroppo le distanze ci sono e le discussioni a mezzo mail, chat e simili hanno bisogno di una ratifica formale da farsi in occasione di una formale riunione del Consiglio Direttivo cosa che è potuta accadere solo in occasione del primo torneo.


Grazie per la risposta, esauriente direi, riguardo il bando gara ci sarà quindi un aggiornamento, ok anche se era preferibile si sapesse dall'inizio.
Riguardo il CNB io non posso pretendere che funzioni come una federazione ma non vedo perché non si possa fare uno sforzo maggiore perché assomigli ancora di più, d'altronde le commissioni esistono ed hanno anche una certa autonomia, vedi l'online.
L'avessi saputo prima come stanno le cose avrei fatto a meno di candidarmi nel consiglio, ci sarebbero stati meno problemi per tutti. Tutto dovrebbe passare quindi per il consiglio guidato da un https://it.wikipedia.org/wiki/Presidente, peccato però che succede troppo spesso che se questo ha una forte opinione su una cosa si fa così a prescindere.
Un cambio ai vertici non lo vedo male dopo 13 anni, comunque se si vuole andare avanti così certo mi rendo conto che non posso farci nulla contro.

Leggo che la nuova formula di competizione per gli advanced ha avuto un gran successo, d'altronde quella prima aveva dei problemi di partite inutili e quindi possibilità di inciuci, oltre ai metodi di spareggi discutibili. Cambiare tardi è meglio che mai.
In Romania dopo aver provato varie formule i giocatori hanno chiesto triple elimination completo e quindi ormai tutti i tornei saranno così, anche a Cipro i tornei non WBF sono cosi. A me non piace perché è troppo lunga per un we anche se allungato quando si supera un certo numero di giocatori, oltre al peso dei bye nelle fasi chiavi del torneo e spesso la mancanza di una vera finale ma mi dovrò adeguare alla maggioranza.

_________________
Qui Radio Backgammon italiano libero.


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 26 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Bing [Bot] e 23 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group. Color scheme by ColorizeIt!
Traduzione Italiana phpBB.it
[ Time : 0.113s | 12 Queries | GZIP : Off ]