Backgammon.it

La tua guida on-line di backgammon
Oggi è sab 20 ott 2018, 15:36

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 38 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Re: Un pensiero per danrot: sono sempre nei suoi pensieri
MessaggioInviato: ven 28 set 2018, 09:10 
Non connesso

Iscritto il: gio 29 lug 2010, 14:05
Messaggi: 739
Florin ha scritto:

Scusa, mi sa che ti contradici da solo. Se per te non conta il PR allora perché Fernando dovrebbe essere il più forte ?

Non ho scritto che è il più forte. Ho aggiunto "se non il più forte" in quanto molti ottimi giocatori lo ritengono tale, forse perché hanno attinto alle sue capacità. In effetti avrei dovuto limitarmi a scrivere "tra i più forti", in una rosa di una decina di nomi che fluttua a seconda dei momenti. Io il mio "più forte" ce l'ho già, ma è solo legato a una simpatia personale.
A presto

_________________

“Il limite della Trinità è di non inglobare il diavolo e formare la Quaternità”
C.G.J.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Un pensiero per danrot: sono sempre nei suoi pensieri
MessaggioInviato: ven 28 set 2018, 09:50 
Non connesso

Iscritto il: mer 28 mar 2007, 18:39
Messaggi: 1486
alfonso ha scritto:
insomma piedi per terra e tanta volontà di continuare con atteggiamento positivo e aggregativo e partecipativo, il tempo definirà il futuro del backgammon, potrebbe anche essere che scompaia per mancanza di giocatori ma per adesso abbiamo una sola certezza in Italia: il CNB (che probailmente ad alcuni sarà antipatico) a mio parere perfettibile ma rappresenta la realtà, il resto, federazione europea/mondiale inclusa è tutto da capire se avranno costanza, volontà e dedizione, cioè le basi per una credibilità.



Il tempo definirà il futuro ok ma se si fa o non si fa qualcosa per il futuro non è la stessa cosa. Il Cnb organizza dei bei tornei che vengono riconosciuti e frequentati sempre di più dagli stranieri che non vengono solo per giocare ma anche per fare una vacanza, mangiare bene, etc.
Agli italiani interessa di più i costi e bisogna dire che sono abbastanza alti, questione sollevata già tempo fa e che sia vero io non ho dubbi, si vede dalla frequenza sempre minore degli italiani. I costi degli alberghi nei tornei di scacchi sono ben inferiori, il buyin non lo considero perchè quello ritorna in gran parte nei premi, certo è che alcuni giocatori se abbassi la qualità non verrebbero più e non si sa quanti di nuovi compariranno o ritorneranno, la questione di ottimizzare non è per niente banale. Forse creare dei tornei/circuiti a livello regionale come è stato il campionato Veneto ma io mi ricordo che quando si andava a Mestre i mestrini erano pochi, qualcuno preferiva rimanere in famiglia all'ultimo momento suppongo.
Rimane poi il prestigio del torneo e anche i premi, una cosa è vincere un Jesolo o Roma (danno bei punti anche per il ranking mondiale) e altra un torneo locale.
Secondo me dovrebbero essere i circoli e non il Cnb a organizzare questi tornei regionali, qualcosa sulla carta c'è perché il CNB prevede tornei locali con i punti ho visto che vengono organizzati durante la settimana quando uno fa fatica a spostarsi.
La federazione mondiale è una realtà perchè esiste e qualcosa fa, non ci si può aspettare chissà quali altri benefici nel breve rispetto a quello che c'è già ma con il tempo si, purtroppo io vedo delle correnti negative e non capisco il perchè, io ho una visione ben diversa e anche per questo ho voluto impegnarmi direttamente.

_________________
In backgammon la maggior parte delle volte non sappiamo con precisione cosa è giusto o sbagliato.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Un pensiero per danrot: sono sempre nei suoi pensieri
MessaggioInviato: ven 28 set 2018, 10:15 
Non connesso

Iscritto il: mer 28 mar 2007, 18:39
Messaggi: 1486
bobmartin ha scritto:
Non ho scritto che è il più forte. Ho aggiunto "se non il più forte" in quanto molti ottimi giocatori lo ritengono tale, forse perché hanno attinto alle sue capacità. In effetti avrei dovuto limitarmi a scrivere "tra i più forti", in una rosa di una decina di nomi che fluttua a seconda dei momenti. Io il mio "più forte" ce l'ho già, ma è solo legato a una simpatia personale.
A presto


E secondo te non è per il PR che lo ritengono tale ? Stimo parlando di giocatore, uno in grado di vincere, non di insegnante.
Chi lo ha votato per la Giants list (sempre primo fra gli italiani) dall'estero su cosa altro si poteva basare ?
,

_________________
In backgammon la maggior parte delle volte non sappiamo con precisione cosa è giusto o sbagliato.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Un pensiero per danrot: sono sempre nei suoi pensieri
MessaggioInviato: ven 28 set 2018, 10:21 
Non connesso

Iscritto il: mer 28 mar 2007, 18:39
Messaggi: 1486
alfonso ha scritto:

@florin rileggiti i tuoi post su Braconi.


Non ho bisogno di rileggere, ho fatto una ricerca col termine "baro" e non risulta usato da me in questo forum, puoi farlo anche tu e poi confermi.

_________________
In backgammon la maggior parte delle volte non sappiamo con precisione cosa è giusto o sbagliato.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Un pensiero per danrot: sono sempre nei suoi pensieri
MessaggioInviato: ven 28 set 2018, 18:27 
Non connesso

Iscritto il: mar 13 mar 2007, 09:06
Messaggi: 2577
@FLORIN anch'io ho usato ricerca
TUA DI SETTEMBRE 2017 "Tu hai scelto di schierarti a difendere un baro (si, perchè la decisione c'e anche se qualcuno solleva dei dubbi), vedremo se alla fine se hai fatto la scelta giusta."
Ora però tutto ciò fa parte del passato, hai fatto la cosa giusta ammettendo l'errore e so quanto ti è costato per cui niente di personale, ho apprezzato molto la tua correttezza come del resto la coerenza di Bob. Ovviamente non andremo mai d'accordo ma ciò è irrilevante perchè siamo tutti al servizio di tutti, almeno così io spero.

Cita:
si vede dalla frequenza sempre minore degli italiani.

non capisco.... non vieni mai ai tornei e ne sai + di me che li organizzo?:) a Roma c'erano 63 italiani a Jesolo pure, in media gli stranieri sono il 40%, alcuni da anni sempre presenti a tutti i tornei altri ci hanno scoperto e continuano a farsi vedere e non solo per i posti belli ma perchè trovano uno spirito ludico di ottima fattura, uno spazio amicale e agonistico di eccellenza. Non mi cimenterei mai nella mediocrità, chi mi conosce e si avvicina alla mia sfera organizzativa lo sa benissimo, sono un giocatore in prestito all'organizzazione e come tale desidero che si rispettino le esigenze del giocatore.
La fortuna vera è quella di essere circondati da persone di grande qualità, ad iniziare dal grande Cesare fino al comitato ultimamente composto da Melzi, Calusio, deZandonati, Castellano con loro posso dormire sogni tranquilli, di competenza ce n'è da vendere.
Mi fa piacere che gli intermediate aumentino di numero, sono bravissimi, alcuni champion non sanno che a retrocedere è un buon affare, molto gioco e di buona qualità, non la chiamerei più categoria ma formula diversa.
Pertanto 100 euro per due giorni di gioco non mi pare una follia, e il viaggio costa a prescindere, qui non possiamo farci nulla a meno che non ci invitino i giocatori a giocare a casa loro.
Tornei di un giorno? bellissimi, li ho fatti per parecchi anni, iscrizione 100.000 lire i ns 50 euro, poi ho organizzato il Campionato Veneto anche li i costi erano bassi. Perchè qualcuno non li ripete? Devo farlo io? Mica mangio pane e pedine, il backgammon è un patrimonio di tutti e sarebbe ora che qualcuno alxzasse il culo invece di divagare in proposte che lo vedono assente se non in veste di giocatore.
Pertanto prima di fare una critica o pontificare chiedetevi cosa fate voi per questo gioco, se la risposta è zero allora lasciate perdere e ringraziate il CNB che attraverso anni di sbattimento mantiene un livello di gioco invidiabile e una cornice di assoluto prestigio.
Va da se che se avete voglia di fare il CNB vi appoggerà al 100%.

ho divagato? certo! il tema era danny contro flecha.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Un pensiero per danrot: sono sempre nei suoi pensieri
MessaggioInviato: ven 28 set 2018, 19:07 
Non connesso

Iscritto il: mar 03 giu 2008, 12:55
Messaggi: 2435
alfonso ha scritto:
................
Pertanto prima di fare una critica o pontificare chiedetevi cosa fate voi per questo gioco, se la risposta è zero allora lasciate perdere e ringraziate il CNB che attraverso anni di sbattimento mantiene un livello di gioco invidiabile e una cornice di assoluto prestigio.
...................................

Ineccepibile, buona parte (non tutti) di chi non conosce la libera professione o attività di iniziativa......non capisce una mazza del significato del "fare"; molti che propongono e criticano (spesso senza aver toccato con mano) spesso non fanno nulla; fanno qualche azione e pensano che sia sufficente per dire che hanno fatto qualcosa; non sanno quasi nulla del CNB e del mazzo che Alfonso e Cesare si fanno solo per passione. IL CNB è UNA "GROSSA REALTA" anche proprio per i fior di giocatori che lo frequentano ANCHE solo con lo spirito di primeggiare"LIVE".
e' una realtà di consistenza che ha una BASE solida proprio nelle persone che la gestiscono e che lo frequentano....solo per questo Al e Cesare penso insistano, contro molte logiche, a trascinarlo.
Ora hanno più supporto che nel passato; la spinta è sempre più in avanti; Al ogni tanto si sente abbandonato e mal supportato, ma l'assemblea consigliare oggi e ben rappresentata da tutta Italia e ora si implementerà di una figura nuova, forte, competente dalla Sardegna ( un uomo che si spara voli da Cagliari solo per il piacere di giocare con i migliori d'Italia). Per giocare con i migliori d'Italia SI DEVE PAGARE!!! se non hai da spendere...non rompere i c o g l i o n i.
A Verona/Treviso son da incoraggiare, da aiutare!! invece che sputargli addosso!!!
Se accertiamo che il CNB è ECCELLENZA e si vuole portare contributi IL DIALOGO DEVE ESSERE DIVERSO..non un Fleccha che ogni morte di Papa si fa vivo con le sue Pontificazioni da professore (sai quanti professori italiani sarebbero da mandare a c a g a r e per come rovinano degli studenti?) o un Popa che denuncia Sara di essere un Padre/Padrone. Sara al massimo è una vittima della nostra voglia di competere e primeggiare.
Volevo scrivere due righe..ma mi sale il sangue al cervello quando penso alle rive dell'Adige....Amen

_________________
Prima ti ignorano, poi ti deridono, poi ti combattono, poi VINCI (vice-vice-VICE-vice Campione d' Italia)


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Un pensiero per danrot: sono sempre nei suoi pensieri
MessaggioInviato: ven 28 set 2018, 19:18 
Non connesso

Iscritto il: mer 28 mar 2007, 18:39
Messaggi: 1486
alfonso ha scritto:
@FLORIN anch'io ho usato ricerca
TUA DI SETTEMBRE 2017 "Tu hai scelto di schierarti a difendere un baro (si, perchè la decisione c'e anche se qualcuno solleva dei dubbi), vedremo se alla fine se hai fatto la scelta giusta."


Questa frase non l'ho scritto sul forum, l'ho scritto a te in privato in un mail, non dovevi metterla, mi pare una scorrettezza evidente.

_________________
In backgammon la maggior parte delle volte non sappiamo con precisione cosa è giusto o sbagliato.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Un pensiero per danrot: sono sempre nei suoi pensieri
MessaggioInviato: ven 28 set 2018, 19:40 
Non connesso

Iscritto il: mer 28 mar 2007, 18:39
Messaggi: 1486
alfonso ha scritto:
non capisco.... non vieni mai ai tornei e ne sai + di me che li organizzo?:) a Roma c'erano 63 italiani a Jesolo pure, in media gli stranieri sono il 40%, alcuni da anni sempre presenti a tutti i tornei altri ci hanno scoperto e continuano a farsi vedere e non solo per i posti belli ma perchè trovano uno spirito ludico di ottima fattura, uno spazio amicale e agonistico di eccellenza. Non mi cimenterei mai nella mediocrità, chi mi conosce e si avvicina alla mia sfera organizzativa lo sa benissimo, sono un giocatore in prestito all'organizzazione e come tale desidero che si rispettino le esigenze del giocatore.
La fortuna vera è quella di essere circondati da persone di grande qualità, ad iniziare dal grande Cesare fino al comitato ultimamente composto da Melzi, Calusio, deZandonati, Castellano con loro posso dormire sogni tranquilli, di competenza ce n'è da vendere.
Mi fa piacere che gli intermediate aumentino di numero, sono bravissimi, alcuni champion non sanno che a retrocedere è un buon affare, molto gioco e di buona qualità, non la chiamerei più categoria ma formula diversa.
Pertanto 100 euro per due giorni di gioco non mi pare una follia, e il viaggio costa a prescindere, qui non possiamo farci nulla a meno che non ci invitino i giocatori a giocare a casa loro.
Tornei di un giorno? bellissimi, li ho fatti per parecchi anni, iscrizione 100.000 lire i ns 50 euro, poi ho organizzato il Campionato Veneto anche li i costi erano bassi. Perchè qualcuno non li ripete? Devo farlo io? Mica mangio pane e pedine, il backgammon è un patrimonio di tutti e sarebbe ora che qualcuno alxzasse il culo invece di divagare in proposte che lo vedono assente se non in veste di giocatore.
Pertanto prima di fare una critica o pontificare chiedetevi cosa fate voi per questo gioco, se la risposta è zero allora lasciate perdere e ringraziate il CNB che attraverso anni di sbattimento mantiene un livello di gioco invidiabile e una cornice di assoluto prestigio.
Va da se che se avete voglia di fare il CNB vi appoggerà al 100%.

ho divagato? certo! il tema era danny contro flecha.


Non mi pare che era una critica il mio intervento, più una considerazione della situazione attuale guardando un pò al futuro.
Volevo intavolare una discussione costruttiva attaccandomi al intervento di Fleccha.

Mi sembrava evidente che ci sono più stranieri, tu stesso avevi fatto notare questa cosa, ovvio che io non ho i dati ma a 2 tornei all'anno vengo. 40% non è poco, comunque se tutti pensano che è ok così amen.
In Francia la federazione francese fa un campionato nazionale con 150 giocatori e senza soldi, infatti alcuni dei loro sono interessati più ai nostri tornei per questo motivo. Io non dico che il Cnb deve fare questo perchè non è una federazione.
Ho scritto anche che i tornei di 1g secondo me devono farli i circoli.
Vorrei sapere se il Cnb è interessato al bg nelle scuole, ho fatto questa domanda già a luglio e l'ho rifatta qui, non ho ricevuto ancora risposta. Ora non sono più nel consiglio ma continuo ad interessarmi la situazione in Italia anche nelle vesti di membro del board Eubgf, riguardo il circuito non dico più nulla visto che da fastidio, io ho riportato vecchie cose che però ritornano ogni tanto quando si parla con qualcuno.

_________________
In backgammon la maggior parte delle volte non sappiamo con precisione cosa è giusto o sbagliato.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Un pensiero per danrot: sono sempre nei suoi pensieri
MessaggioInviato: ven 28 set 2018, 19:56 
Non connesso

Iscritto il: mer 28 mar 2007, 18:39
Messaggi: 1486
danrot ha scritto:
Per giocare con i migliori d'Italia SI DEVE PAGARE!!! se non hai da spendere...non rompere i c o g l i o n i.
A Verona/Treviso son da incoraggiare, da aiutare!! invece che sputargli addosso!!!
Se accertiamo che il CNB è ECCELLENZA e si vuole portare contributi IL DIALOGO DEVE ESSERE DIVERSO..non un Fleccha che ogni morte di Papa si fa vivo con le sue Pontificazioni da professore (sai quanti professori italiani sarebbero da mandare a c a g a r e per come rovinano degli studenti?) o un Popa che denuncia Sara di essere un Padre/Padrone. Sara al massimo è una vittima della nostra voglia di competere e primeggiare.
Volevo scrivere due righe..ma mi sale il sangue al cervello quando penso alle rive dell'Adige....Amen


Deve essere diverso dici il dialogo ? Chi ha sputato addosso a Verona o Treviso ? Io dicevo proprio che vanno considerati di più da parte del Cnb, hanno realizzato una cosa non da poco portando il bg nelle scuole.
Non tiriamo fuori cose che non riguardano il forum ma ormai lo avete fatto, bene si mi sono dimesso per il motivo sopra.
Non so dove si può discutere democraticamente di queste cose perché nelle mail che ho scritto quando ero consigliere non ho ricevuto risposte, le riunioni del consiglio si fa fatica a farle durante i tornei.
Più facile dire che tutto va alla perfezione e che il bg italiano ha il futuro assicurato, chi dice qualcosa contro diventa mal visto e si comincia a dire che non fa niente, etc.

_________________
In backgammon la maggior parte delle volte non sappiamo con precisione cosa è giusto o sbagliato.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Un pensiero per danrot: sono sempre nei suoi pensieri
MessaggioInviato: ven 28 set 2018, 20:46 
Non connesso

Iscritto il: mer 28 mar 2007, 18:39
Messaggi: 1486
alfonso ha scritto:
La fortuna vera è quella di essere circondati da persone di grande qualità, ad iniziare dal grande Cesare fino al comitato ultimamente composto da Melzi, Calusio, deZandonati, Castellano con loro posso dormire sogni tranquilli, di competenza ce n'è da vendere.


Ma De Zandonati e Castellano non facevano parte anche loro, insieme a me, del comitato che secondo te ha deciso sbagliato nel caso di Jesolo ? Devo capire che loro stati promossi e io bocciato ?
Il comitato ha deciso giusto a Jesolo, ho avuto conferma da Raj e Arda a Gibilterra, io ho avuto da dire sul fatto che si doveva prima pronunciare la commissione regolamenti. L'ha fatto poi e ha dato ragione a te ma secondo me va rivisto il caso in modo che ci siano decisioni giuste e uniforme anche in futuro.
Sono andato a rivedere la mail, sono stato bocciato da tempo, me lo ero anche quasi dimenticato:

Il giorno 14 maggio 2018 13:13, CNB <info@cnbackgammon.eu> ha scritto:
Florin come arbitro sei inaffidabile

_________________
In backgammon la maggior parte delle volte non sappiamo con precisione cosa è giusto o sbagliato.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Un pensiero per danrot: sono sempre nei suoi pensieri
MessaggioInviato: sab 29 set 2018, 04:44 
Non connesso

Iscritto il: mar 03 giu 2008, 12:55
Messaggi: 2435
Florin ha scritto:
Deve essere diverso dici il dialogo ? Chi ha sputato addosso a Verona o Treviso ? Io dicevo proprio che vanno considerati di più da parte del Cnb, hanno realizzato una cosa non da poco portando il bg nelle scuole.......

Nessuno ha detto che hai sputato tu addosso al circolo di Verona Treviso.

_________________
Prima ti ignorano, poi ti deridono, poi ti combattono, poi VINCI (vice-vice-VICE-vice Campione d' Italia)


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Un pensiero per danrot: sono sempre nei suoi pensieri
MessaggioInviato: sab 29 set 2018, 09:31 
Non connesso

Iscritto il: mar 13 mar 2007, 09:06
Messaggi: 2577
rispondo e poi mi dileguo:
- ho citato una frase della mail per farti capire che "baro" è il termine non scritto nel forum ma il concetto lo hai sempre ribadito chiaramente e il consiglio stesso del CNB lo può confermare. Pertanto, siccome sei tacchente e nascondi il braccio, ho cercato il sasso.

- non ti ho bocciato, non ho citato il tuo nome tra coloro che hanno competenza perchè solo una volta sei stato nel comitato a differenza degli altri che silenti hanno sempre collaborato, sei stato anche assente da parecchi tornei e abbiamo bisticciato parecchio quindi che ti posso dire..... se accetti che sei un rompicoglioni io ti lodo, diversamente se permane la tua difesa/attacco ad oltranza rimani tale. Se ti può aiutare come direttore non mi ritengo il migliore anzi elogio la terna arbitrale che meglio di me ha saputo governare certe situazioni.

- il caso di jesolo è aperto, nessuno lo ha chiuso e forse rimarrà sospeso! non so cosa tu abbia detto ad Arda e Raj ma il regolamento se lo leggi bene lascia margini di interpretazione non chiari. Esempio il mio presupposto è che nessuno può toccare l'orologio se non il giocatore al tiro, cioè vale lo stesso principio per le pedine altrui che non devono essere toccare o sollevare i dadi prima della fine del turno, a Roma causa contestazione ho verificato che è possibile farlo in alcuni casi, a mio parere scade nel contradittorio ma di questo avremo modo di parlarne.

@danny
se il CNB esiste è perchè ho voluto dare un dimensione al backgammon italiano coinvolgendo tutte le realtà, anche la wbf che ci snobbò, organizzare mi piace molto, significa stare assieme alla gente, vivere e assaporare le emozioni altrui. Questo come dici tu ha però un alto costo, dispendio energetico esagerato, vedi popa :) al quale mi rivolgo con muso duro perchè potrebbe essere un trascinatore se non fosse così drammaticamente prolisso e tacchente.
Dicevo dimensione perchè in passato il backgammon era frazionato, senza capo ne coda, un po' come adesso in Europa: isolati tornei con la propensione a soddisfare le proprie esigenze o tornaconti. Partendo da questa esigenza e per continuare necessitano energie positive, tu sei una di queste, anzi sei la positività tout court, non ti ho mai sentito bocciare ma proporre. Altri come te vedi Gullotta, Max che si spende quanto noi, il gruppo tutto di Torino, l'istrionico Zach e potrei dilungarmi, hanno dato equilibrio allo stato puro, nessuna distonia, il risultato è un team di giocatori già di alta qualità oggi collaboratori ed io con il mio siamese Cesare vittime di questa meravigliosa avventura.

Consiglio a tutti di frequentarci, c'è molto da imparare e noi stessi di apprendere e se il consiglio è di organizzare tornei a costo zero, fatemi capire come devo procedere. Ad oggi i giocatori francesi, riprendendo Popa, nel secondo trimestre avevano un progetto didattico in una università, mi informerò sulla riuscita, di certo i francesi che ci frequentano non sono positivi della scelta federale e non mi pare siano 150 i giocatori che danno continuità, ciò che invece va sottolineato è che ci sono circa 20 club nazionali. La strada della diffusione del gioco non è compito del CNB ma dei singoli club i quali dovrebbero farsi promotori di iniziative. Agli albori fui fondatore del BCVE e subito organizzai dei tornei locali, con i mezzi che avevamo, ciascuno con il proprio board, passaparola, locandine nei bar... insomma il bg cresce se c'è chi se ne occupa altrimenti non c'è crescita. A Como c'è chi se ne occupa come a Cagliari e la situazione è positiva, Venezia si sta riprendendo, un po' sottotono altri club pur con un ottimo potenziale, Roma invece sugli scudi, Massimo Armeni è un top motivatore, aggregatore e organizzatore questo perchè dedica moltissimo tempo alla crescita. Chiudo dicendo che un progetto federale nasce dai vari gruppi attivi ma ad oggi insufficienti per cui un circuito di tornei è quanto di meglio si possa fare.

Al.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Un pensiero per danrot: sono sempre nei suoi pensieri
MessaggioInviato: dom 30 set 2018, 23:06 
Non connesso

Iscritto il: mer 28 mar 2007, 18:39
Messaggi: 1486
alfonso ha scritto:
rispondo e poi mi dileguo:
- ho citato una frase della mail per farti capire che "baro" è il termine non scritto nel forum ma il concetto lo hai sempre ribadito chiaramente e il consiglio stesso del CNB lo può confermare. Pertanto, siccome sei tacchente e nascondi il braccio, ho cercato il sasso.
- non ti ho bocciato, non ho citato il tuo nome tra coloro che hanno competenza perchè solo una volta sei stato nel comitato a differenza degli altri che silenti hanno sempre collaborato, sei stato anche assente da parecchi tornei e abbiamo bisticciato parecchio quindi che ti posso dire..... se accetti che sei un rompicoglioni io ti lodo, diversamente se permane la tua difesa/attacco ad oltranza rimani tale. Se ti può aiutare come direttore non mi ritengo il migliore anzi elogio la terna arbitrale che meglio di me ha saputo governare certe situazioni.



Non credo proprio io abbia usato questo termine in pubblico quindi escludo il consiglio possa confermare.
Ho usato il verbo barare, perchè è la traduzione di cheating e perchè si usa con quelli che si aiutano nel aumentare le prestazioni (vedi doping), cosa per cui Fernando è stato sospeso. Comunque il termine "baro"lo hanno usato gli altri, il concetto rimane quello. Quello che ho scritto era nella mail indirizzata solo a te e per correttezza non va messo sul forum, mi pare tu lo intendi in senso estremamente negativo essendo veneziano.
Io ho visto ciò che hai scritto con l'obiettivo di mettermi in cattiva luce quindi mi tocca diffendermi, l'avevo detto che lo farò.
Accetto si che sono un rompicoglioni ma voglio correttezza nelle azioni e non è stato così, magari non erano cose importanti ma se l'ho fatto avevo dei buoni motivi, cosi ritengo io.

_________________
In backgammon la maggior parte delle volte non sappiamo con precisione cosa è giusto o sbagliato.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Un pensiero per danrot: sono sempre nei suoi pensieri
MessaggioInviato: dom 30 set 2018, 23:55 
Non connesso

Iscritto il: mer 28 mar 2007, 18:39
Messaggi: 1486
alfonso ha scritto:
- il caso di jesolo è aperto, nessuno lo ha chiuso e forse rimarrà sospeso! non so cosa tu abbia detto ad Arda e Raj ma il regolamento se lo leggi bene lascia margini di interpretazione non chiari. Esempio il mio presupposto è che nessuno può toccare l'orologio se non il giocatore al tiro, cioè vale lo stesso principio per le pedine altrui che non devono essere toccare o sollevare i dadi prima della fine del turno, a Roma causa contestazione ho verificato che è possibile farlo in alcuni casi, a mio parere scade nel contradittorio ma di questo avremo modo di parlarne.

@danny
se il CNB esiste è perchè ho voluto dare un dimensione al backgammon italiano coinvolgendo tutte le realtà, anche la wbf che ci snobbò, organizzare mi piace molto, significa stare assieme alla gente, vivere e assaporare le emozioni altrui. Questo come dici tu ha però un alto costo, dispendio energetico esagerato, vedi popa :) al quale mi rivolgo con muso duro perchè potrebbe essere un trascinatore se non fosse così drammaticamente prolisso e tacchente.
Dicevo dimensione perchè in passato il backgammon era frazionato, senza capo ne coda, un po' come adesso in Europa: isolati tornei con la propensione a soddisfare le proprie esigenze o tornaconti. Partendo da questa esigenza e per continuare necessitano energie positive, tu sei una di queste, anzi sei la positività tout court, non ti ho mai sentito bocciare ma proporre. Altri come te vedi Gullotta, Max che si spende quanto noi, il gruppo tutto di Torino, l'istrionico Zach e potrei dilungarmi, hanno dato equilibrio allo stato puro, nessuna distonia, il risultato è un team di giocatori già di alta qualità oggi collaboratori ed io con il mio siamese Cesare vittime di questa meravigliosa avventura.

Consiglio a tutti di frequentarci, c'è molto da imparare e noi stessi di apprendere e se il consiglio è di organizzare tornei a costo zero, fatemi capire come devo procedere. Ad oggi i giocatori francesi, riprendendo Popa, nel secondo trimestre avevano un progetto didattico in una università, mi informerò sulla riuscita, di certo i francesi che ci frequentano non sono positivi della scelta federale e non mi pare siano 150 i giocatori che danno continuità, ciò che invece va sottolineato è che ci sono circa 20 club nazionali. La strada della diffusione del gioco non è compito del CNB ma dei singoli club i quali dovrebbero farsi promotori di iniziative. Agli albori fui fondatore del BCVE e subito organizzai dei tornei locali, con i mezzi che avevamo, ciascuno con il proprio board, passaparola, locandine nei bar... insomma il bg cresce se c'è chi se ne occupa altrimenti non c'è crescita. A Como c'è chi se ne occupa come a Cagliari e la situazione è positiva, Venezia si sta riprendendo, un po' sottotono altri club pur con un ottimo potenziale, Roma invece sugli scudi, Massimo Armeni è un top motivatore, aggregatore e organizzatore questo perchè dedica moltissimo tempo alla crescita. Chiudo dicendo che un progetto federale nasce dai vari gruppi attivi ma ad oggi insufficienti per cui un circuito di tornei è quanto di meglio si possa fare.

Al.


So bene che il regolamento è interpretabile ma non dico come te che quelli che farebbero il contrario sbagliano nemmeno ora che ho l'opinione a favore di due persone molto autorevoli. Per dire cosi bisogna avere gli elementi più forti, a Raj e Arda ho detto chiaramente cosa è successo, non mi pare complicato, eravamo concordi.

Io infatti ho ribadito che non è compito del CNB fare tornei a basso costo e bg nelle scuole perchè non è federazione ma se prendesse qualche iniziativa di coordinamento non sarebbe male.
A Roma se togli i romani e stranieri non so quanti rimangono, i tornei Cnb siamo tutti d'accordo che sono belli ma se dico che sono anche costosi non mi pare un eresia.
Io non potevo essere un trascinatore dentro il consiglio, non mi sono trovato a mio agio perchè volevo funzionasse come una federazione, per questo mi sono candidato, mi sono accorto che non è così.
Da fuori posso fare in modo diverso quindi il muso duro è ora che finisca, l'avevo specificato.
Il termine tacchente non ritengo mi si adice e non mi piace, io potrei dire allo stesso modo che tu vorresti tutte le attenzioni vengano rivolte a te.

Il mio obiettivo è contribuire a far crescere il bg italiano che non vuol dire solo organizzare bei tornei e ora da non più consigliere voglio farmi sentire qui sul forum. Andrea de Zandonati ha fatto una grande cosa occupandosi dei tornei Bmab, ora abbiamo un grande maestro in Giorgio Castellano e Carlo Melzi è vicino anche lui. La squadra italiana ha fatto un ottimo risultato a Gibilterra che ci permetterà di essere fra le prime nel ranking per nazioni che verrà applicato già a Budva, se ci andiamo.
Il forum ha il vantaggio che lo leggono tutti, non solo chi frequenta il Cnb, purtroppo molti non vogliono scrivere per non esporsi, in passato qualcuno aveva scritto riguardo alcune problematiche.
Ho scritto prima di dimettermi una mail al consiglio 2 mesi fa e non ho ricevuto nessun feedback, certo non sono cose urgenti ma se qualcuno (Fleccha) scrive di argomenti generici mi pareva normale intervenire, altrimenti potevo anche aspettare.

Chi va in Francia forse prende qualche spunto di come è la situazione lì, accontentare tutti non è possibile, scambiare idee e opinioni credo sia utile.


Insomma, credo che si possa discutere tranquillamente di problematiche legate al backgammon in Italia visto che il CNB non è tutto ma è sicuramente la parte più importante del movimento italiano.
Vorrei fare chiarezza su una cosa a tutti, io nel board EUBGF mi sono potuto candidare solo col l'appoggio del CNB, l'associazione riconosciuta dal EUBGF per quanto riguarda Italia.
Qualcuno del consiglio ha storto il naso ma alla fine ho avuto il sostegno, io però ho detto chiaro fin da subito che porto li le mie idee visto che al CNB l'EUBGF interessa poco o niente e abbiamo anche opinioni divergenti. Considero di rappresentare l'Italia e l'interesse del backgammon italiano, infatti è sotto discussione se io sia ancora visto come rappresentante CNB o no.

_________________
In backgammon la maggior parte delle volte non sappiamo con precisione cosa è giusto o sbagliato.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Un pensiero per danrot: sono sempre nei suoi pensieri
MessaggioInviato: lun 01 ott 2018, 11:11 
Non connesso

Iscritto il: mar 13 mar 2007, 09:06
Messaggi: 2577
Come non risponderti dopo questa affermazione
Cita:
Accetto si che sono un rompicoglioni


Cita:
Io infatti ho ribadito che non è compito del CNB fare tornei a basso costo e bg nelle scuole perchè non è federazione ma se prendesse qualche iniziativa di coordinamento non sarebbe male.

domanda: chi dovrebbe farlo? se rispondi in maniera esatta nome e cognome dei titolati bene altrimenti lasci sempre intendere che ebbe ..rebbe.. . Risposte solitarie e prive di concretezza.

Cita:
A Roma se togli i romani e stranieri non so quanti rimangono, i tornei Cnb siamo tutti d'accordo che sono belli ma se dico che sono anche costosi non mi pare un eresia.

se tolgliamo gli stranieri rimandono 63 italiani, oltre 40 sono non romani, che poi molti di loro siano gli stessi mi pare scontato perchè partecipano alla classifica del Campionato Italiano. Sui costi non so che dire.... dubito che se fossero stati tornei gratuiti avremmo avuto una maggiore affluenza, il livello di interesse per il backgammon è circoscritto ad una nicchia di appassionati distribuiti su aree di interesse ben precise, renderlo popolare è un operazione colleggiale a partire da chi ne ha la volgia e il desiderio di renderlo tale. Il CNB è ben disposto a partecipare.
Milan Community ti dice nulla? ci fu un tentativo da parte di Danny nel rendere coeso il backgammon milano, iniziativa lodevole in cui tutti i club/gruppi/entità ludiche sarebbero dovuti convogliare in un unico progetto, non fu mai capito o voluto capire nella sua importanza, ERGO primo requisito è la volontà, secondo il fare, terzo la continuità. Tre punti imprescindibili e da cui partire. Il CNB nasce come Circuito Nazionale, nulla ci vieta di inserire una serie di tornei nazionali a costi esigui, capiamoci nelle intenzioni e diamoci delle risposte serie e non circoscritte al forum.

Cita:
Il forum ha il vantaggio che lo leggono tutti, non solo chi frequenta il Cnb, purtroppo molti non vogliono scrivere per non esporsi, in passato qualcuno aveva scritto riguardo alcune problematiche.
Ho scritto prima di dimettermi una mail al consiglio 2 mesi fa e non ho ricevuto nessun feedback, certo non sono cose urgenti ma se qualcuno (Fleccha) scrive di argomenti generici mi pareva normale intervenire, altrimenti potevo anche aspettare.

sei certo che il forum sia letto da molti? io NO! Con Flecha puoi discutere a lungo, ci mancherebbe, poi dipende da chi si tira in ballo nei commenti. Il forum è foriero di polemiche, come tanti altri forum. Se non hai ricevuto risposte è perchè con te si sa quando inizia ma non quando finisce la discussione.

Cita:
io però ho detto chiaro fin da subito che porto li le mie idee visto che al CNB l'EUBGF interessa poco o niente e abbiamo anche opinioni divergenti. Considero di rappresentare l'Italia e l'interesse del backgammon italiano, infatti è sotto discussione se io sia ancora visto come rappresentante CNB o no.

che interessi poco o niente lo dici TU! il CNB mantiene un aspetto critico com'è giusto che sia la dove EUBGF predica bene ma razzola male. Una Federazione fa gli interessi dei federati e raccolte le iscrizioni e ne conseguono delle iniziative strutturate e non limitate ad un torneo a squadre. Potrei andare avanti ancora perchè conosco la materia federale molto bene tant'è che fui il primo a contestare la wbf autodefinita federazione mondiale. Una Federazione è un impegno importante, un progetto democratico senza scopo lucro, la casa del backgammon europeo, non basta chiedere le quote e diffondere uno statuto e un regolamento, devi far sentire il peso e l'importanza attraverso comunicati, un web site che ne divulghi la struttura e non a spot 1 all'anno. La comunicazione di questi tempi è tutto, cmunque sia il CNB continua ad appoggiare l'iniziativa perchè meglio qualcosa di niente, se crescerà saremo ben lieti di festeggiare. Ti dirò, a me basterebbe una federazione con un settore regolamentare evoluto, un etica da rispettare nei tornei, una comunicazione delle attività degli associati, un riconoscimento dei tornei validi per una eventuale classifica europea, tutte cose semplici, ABC serio e leggibile, mentre essendo i promotori loro stessi organizzatori, ritengono che i tornei siano l'unica dinamica plausibile anche all'interno della federazione e scadono nei compromessi. A mio parere manca la politica, cioè la forma di espressione democratica che elude i singoli0 interessi per far prevalere quelli della comunità.
Pertanto aspettiamo il lento evolversi di questa iniziativa.
Come sai a fronte del tuo progetto individuale, nomineremo un nostro rappresentante in seno al comitato, difficile da spiegarlo al board perchè eri tu il ns candidato e dire che tu rappresenti l'Italia mi pare una forzatura :) con che titolo? io direttivo eubgf mi sentirei a disagio se un membro si erge a rappresentare una nazione senza averne la delega, il direttivo stesso ne perderebe in credibilità. Ripensaci, sono certo che se vorrai mantenere il tuo ruolo all'interno del consiglio eubgf le tue proposte andrebbero prima condivise dal CNB, diversamente, ciascuno per la sua strada.


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 38 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google [Bot], gsanna e 17 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group. Color scheme by ColorizeIt!
Traduzione Italiana phpBB.it
[ Time : 0.099s | 12 Queries | GZIP : Off ]