Backgammon.it

La tua guida on-line di backgammon
Oggi è sab 20 ott 2018, 15:45

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 38 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Re: Un pensiero per danrot: sono sempre nei suoi pensieri
MessaggioInviato: lun 01 ott 2018, 13:15 
Non connesso

Iscritto il: mer 28 mar 2007, 18:39
Messaggi: 1486
alfonso ha scritto:
domanda: chi dovrebbe farlo? se rispondi in maniera esatta nome e cognome dei titolati bene altrimenti lasci sempre intendere che ebbe ..rebbe.. . Risposte solitarie e prive di concretezza.


Milan Community ti dice nulla? ci fu un tentativo da parte di Danny nel rendere coeso il backgammon milano, iniziativa lodevole in cui tutti i club/gruppi/entità ludiche sarebbero dovuti convogliare in un unico progetto, non fu mai capito o voluto capire nella sua importanza, ERGO primo requisito è la volontà, secondo il fare, terzo la continuità. Tre punti imprescindibili e da cui partire. Il CNB nasce come Circuito Nazionale, nulla ci vieta di inserire una serie di tornei nazionali a costi esigui, capiamoci nelle intenzioni e diamoci delle risposte serie e non circoscritte al forum.



Non posso fare nomi e cognomi, non è che uno nasce organizzatore da oggi a domani, io ho detto i circoli.

Milan Gammon Comunity so bene come è andata visto che sono stato parte. Un idea di Danny, per 1 anno abbiamo fatto stare assieme due livelli di gioco poi il CDBM ci ha chiesto di venire lo stesso giorno e lo stesso posto. Nessuno ha più fatto sforzi per tenere le due cose insieme, io mi sono convinto che non può funzionare, ogni circolo ha una struttura e il CDBM attira un certo tipo di giocatori.
Esatto, delle intenzioni vorrei parlare. Io ho fatto la proposta di organizzare un campionato solo italiano a costi contenuti con varie qualifiche ma non ho trovato sostenitori, mica posso mettermi io da solo a farlo dai.
Magari qualcuno ha altre idee, e dove ne vuoi discutere se non qui sul forum ? Ci sono organizzatori che non fanno parte del CNB: Bonetti a Como, Sardegna ora avrà un rappresentante ma prima no, c'è la WBF che organizza Grado e non solo.

_________________
In backgammon la maggior parte delle volte non sappiamo con precisione cosa è giusto o sbagliato.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Un pensiero per danrot: sono sempre nei suoi pensieri
MessaggioInviato: lun 01 ott 2018, 13:38 
Non connesso

Iscritto il: mer 28 mar 2007, 18:39
Messaggi: 1486
alfonso ha scritto:

che interessi poco o niente lo dici TU! il CNB mantiene un aspetto critico com'è giusto che sia la dove EUBGF predica bene ma razzola male. Una Federazione fa gli interessi dei federati e raccolte le iscrizioni e ne conseguono delle iniziative strutturate e non limitate ad un torneo a squadre. Potrei andare avanti ancora perchè conosco la materia federale molto bene tant'è che fui il primo a contestare la wbf autodefinita federazione mondiale. Una Federazione è un impegno importante, un progetto democratico senza scopo lucro, la casa del backgammon europeo, non basta chiedere le quote e diffondere uno statuto e un regolamento, devi far sentire il peso e l'importanza attraverso comunicati, un web site che ne divulghi la struttura e non a spot 1 all'anno. La comunicazione di questi tempi è tutto, cmunque sia il CNB continua ad appoggiare l'iniziativa perchè meglio qualcosa di niente, se crescerà saremo ben lieti di festeggiare. Ti dirò, a me basterebbe una federazione con un settore regolamentare evoluto, un etica da rispettare nei tornei, una comunicazione delle attività degli associati, un riconoscimento dei tornei validi per una eventuale classifica europea, tutte cose semplici, ABC serio e leggibile, mentre essendo i promotori loro stessi organizzatori, ritengono che i tornei siano l'unica dinamica plausibile anche all'interno della federazione e scadono nei compromessi. A mio parere manca la politica, cioè la forma di espressione democratica che elude i singoli0 interessi per far prevalere quelli della comunità.
Pertanto aspettiamo il lento evolversi di questa iniziativa.
Come sai a fronte del tuo progetto individuale, nomineremo un nostro rappresentante in seno al comitato, difficile da spiegarlo al board perchè eri tu il ns candidato e dire che tu rappresenti l'Italia mi pare una forzatura :) con che titolo? io direttivo eubgf mi sentirei a disagio se un membro si erge a rappresentare una nazione senza averne la delega, il direttivo stesso ne perderebe in credibilità. Ripensaci, sono certo che se vorrai mantenere il tuo ruolo all'interno del consiglio eubgf le tue proposte andrebbero prima condivise dal CNB, diversamente, ciascuno per la sua strada.


Io ho le mail dove dici che vorresti anche uscire dal EUBGF perchè il costo di 150 Eur non è giustificato per il solo regolamento, se scrivi così ne prendo atto, vuol dire a Roma ne avete discusso .
Guarda che quelle cose in grassetto ci sono, la classifica europea è il BackgammonWorldRanking, io ho fatto presente che qualcuno deve compilare un file Excel dopo ogni torneo, i punti vengono dati in base al nr di partecipanti e quote di iscrizioni, a giocatori come Turk e Gagua interessano molto i punti CNB, ci ho parlato.

Nominare un rappresentante in seno al comitato ? Potevate farlo prima dell'assemblea, ci si candida e non si viene nominati, non è che quei posti sono molto ambiti, se non mi candidavo io rimaneva vacante, fra 2 anni lo potete fare se qualcuno si trova e il mio operato sarà giudicato negativo.
E'un progetto e un iniziativa individuale si perché io ho visto poco interesse verso queste problematiche e abbiamo divergenze di vedute, poi credo sono più utile li con il mio modo di fare e di vedere le problematiche.
Se cambiano le cose dentro il Cnb ben venga, io ho già detto che non vado lì a parlare nel nome del CNB, se ci sono cose che riguardano decisioni di paesi le farò sapere ovviamente al consiglio ma credo quelle vadano discusse in assemblea dove mi è chiaro che ci sarà un altro rappresentante del Italia. Sono lì per fare gli interessi dei paesi facendo parte del EUBGF, non ho capito perché tutta questa ostilità solo per il fatto che sarei "fuori dal controllo" CNB che poi ha un atteggiamento abbastanza ostile al momento, in parte giustificato perchè alcune cose come la comunicazione e il sito sono mancate ma altre sono state fatte.
Se il CNB decide di non pagare più per il prossimo anno ci sono altre strade che ho proposto, il consiglio ne è ha conoscenza.
Il posto dentro EUBGF riguardante Italia è del CNB ma se rifiuta di farne parte qualcun altro può prendere il posto, in Repubblica Ceca per esempio non hanno una federazione/associazione strutturata ma sono interessati a fare il torneo a squadre.

_________________
In backgammon la maggior parte delle volte non sappiamo con precisione cosa è giusto o sbagliato.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Un pensiero per danrot: sono sempre nei suoi pensieri
MessaggioInviato: mer 03 ott 2018, 09:21 
Non connesso

Iscritto il: mar 13 mar 2007, 09:06
Messaggi: 2577
Florin se ci dilunghiamo non arriveremo comunque a nulla.
Il CNB guarda all'eubgf come spettatore in quanto si capisce poco, il riassunto di questi tre anni lo conosci, sono disorganizzati o meglio organizzati tra loro ma al CNB non arriva mai una comunicazione se non una all'anno in cui chiedono il tesseramento. Forse arrivano a te le comunicazioni e le nascondi? Tempo fa una incaricata ci scrisse per la raccolta dei risultati, glieli fornimmo, sucessivamente non abbiamo più avuto notizie. Voglio dire che se c'è un ordine da rispettare necessita saperlo e non dire che sul sito c'è il modulo, io pretendo di conoscere il programma e la dinamica e loro devono comunicarmelo non io ad indagare. Ergo noi possiamo fare a meno dell'eubgf, loro molto meno delle federazioni collegate. Chiamalo ordine o metodo, a me pare cialtroneria la loro impostazione.
Ai ns soci chiediamo 15 euro, una miseria, però diamo assistenza, diamo comunicazioni, una tessera di riconoscimento, definiamo il concetto di appartenenza. Che fa l'eubgf? Mi sai dire a che pro dobbiamo essere così benpensanti? La reazione (l'indifferenza cnb) è circoscritta a quanto si riceve. Oggi comunicare è facile, non per l'eubgf. Consiglio come primo intervento un comunicatore, un segretario, uno che tenga le redini dei contatti e li solleciti nei loro progetti. Ma... già stanno pensando alla federazione mondiale :)
Spero di trovarti d'accordo, a me piacciono le cose fattibili e concrete, dopo anni di desideri mi godo le cose certe, quelle che servono, utili a tutti e su questo terreno conviene muoversi, il resto lascia il tempo che trova.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Un pensiero per danrot: sono sempre nei suoi pensieri
MessaggioInviato: mer 03 ott 2018, 12:19 
Non connesso

Iscritto il: mer 28 mar 2007, 18:39
Messaggi: 1486
alfonso ha scritto:
Florin se ci dilunghiamo non arriveremo comunque a nulla.
Il CNB guarda all'eubgf come spettatore in quanto si capisce poco, il riassunto di questi tre anni lo conosci, sono disorganizzati o meglio organizzati tra loro ma al CNB non arriva mai una comunicazione se non una all'anno in cui chiedono il tesseramento. Forse arrivano a te le comunicazioni e le nascondi? Tempo fa una incaricata ci scrisse per la raccolta dei risultati, glieli fornimmo, sucessivamente non abbiamo più avuto notizie. Voglio dire che se c'è un ordine da rispettare necessita saperlo e non dire che sul sito c'è il modulo, io pretendo di conoscere il programma e la dinamica e loro devono comunicarmelo non io ad indagare. Ergo noi possiamo fare a meno dell'eubgf, loro molto meno delle federazioni collegate. Chiamalo ordine o metodo, a me pare cialtroneria la loro impostazione.
Ai ns soci chiediamo 15 euro, una miseria, però diamo assistenza, diamo comunicazioni, una tessera di riconoscimento, definiamo il concetto di appartenenza. Che fa l'eubgf? Mi sai dire a che pro dobbiamo essere così benpensanti? La reazione (l'indifferenza cnb) è circoscritta a quanto si riceve. Oggi comunicare è facile, non per l'eubgf. Consiglio come primo intervento un comunicatore, un segretario, uno che tenga le redini dei contatti e li solleciti nei loro progetti. Ma... già stanno pensando alla federazione mondiale :)
Spero di trovarti d'accordo, a me piacciono le cose fattibili e concrete, dopo anni di desideri mi godo le cose certe, quelle che servono, utili a tutti e su questo terreno conviene muoversi, il resto lascia il tempo che trova.


Eubgf sono le federazioni, se queste che sono in nr limitato si ritirano scomparirà, il concetto di appartenenza c'è per forza ma Eubgf deve fare di più perchè sia più sentito.
Io ho già confermato che la comunicazione è stata scadente ma ora che sono nel board il Cnb sarà al corrente di tutto.
Sul modo di comunicare i risultati so che stanno lavorando ad un sito perché troppo lavoro per tutti ora con il file Excel.
Al momento dopo ogni torneo quel template va compilato con i nomi in ordine di classifica, io insieme ad Arda lo abbiamo fatto per Rimini.
Un segretario ora c'è ma comunica solo con il board, comunque ora che si parla di un regolamento unificato ci sarà da coinvolgere le federazioni.
Le cose concrete ci sono:
Il torneo a squadre
Il ranking mondiale
Il regolamento c'è, fra non molto quello unificato a livello dei tornei europei, mondiali se Usa e Giappone si uniranno.
Cosa altro dovrebbe fare una federazione mondiale l'ho già chiesto in un altro thread ma nessuno ha risposto, potrei trarre la conclusione che è a posto così per gli italiani.

_________________
In backgammon la maggior parte delle volte non sappiamo con precisione cosa è giusto o sbagliato.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Un pensiero per danrot: sono sempre nei suoi pensieri
MessaggioInviato: gio 04 ott 2018, 09:10 
Non connesso

Iscritto il: mar 13 mar 2007, 09:06
Messaggi: 2577
quindi... è interesse dell'eubgf essere dinamica. Bene!
Noi la nostra parte la facciamo, siamo iscritti, siamo collaborativi e coerenti con un impostazione federale che non prevede vede favoritismi o posizioni di comodo.
Chi non vuole essere rappresentato da una federazione forte sono gli organizzatori privati i quali avere l'eubgf come competitor li destabilizza. Inoltre entrare a farne parte lederebbe la loro economia. Non vado oltre per non entrare nel merito prematuramente. Mi scuserai ma la trasparenza è alla base di una riuscita progettuale, personalmente ritengo che la coesione si debba fare attraverso rapporti e pubbliche relazioni, un torneo vale tre giorni, la coesione 365. Come dicevo il linguaggio eubgf è immaturo, parlano solo con la lingua che conoscono, quella di organizzatori di tornei e non politica. Una federazione vive di luce propria attraverso le società che rappresenta, è un organo di organizzzione e controllo. Si è mai visto la FIGC organizzare una partita? coordina tutti i settori e offre assistenza. Questo sarebbe il compito federale e se lo farà sarò il suo primo sostenitore.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Un pensiero per danrot: sono sempre nei suoi pensieri
MessaggioInviato: gio 04 ott 2018, 13:43 
Non connesso

Iscritto il: mer 28 mar 2007, 18:39
Messaggi: 1486
alfonso ha scritto:
quindi... è interesse dell'eubgf essere dinamica. Bene!
Noi la nostra parte la facciamo, siamo iscritti, siamo collaborativi e coerenti con un impostazione federale che non prevede vede favoritismi o posizioni di comodo.
Chi non vuole essere rappresentato da una federazione forte sono gli organizzatori privati i quali avere l'eubgf come competitor li destabilizza. Inoltre entrare a farne parte lederebbe la loro economia. Non vado oltre per non entrare nel merito prematuramente. Mi scuserai ma la trasparenza è alla base di una riuscita progettuale, personalmente ritengo che la coesione si debba fare attraverso rapporti e pubbliche relazioni, un torneo vale tre giorni, la coesione 365. Come dicevo il linguaggio eubgf è immaturo, parlano solo con la lingua che conoscono, quella di organizzatori di tornei e non politica. Una federazione vive di luce propria attraverso le società che rappresenta, è un organo di organizzzione e controllo. Si è mai visto la FIGC organizzare una partita? coordina tutti i settori e offre assistenza. Questo sarebbe il compito federale e se lo farà sarò il suo primo sostenitore.


Il board si lamentava che non trovano persone per occuparsi delle stesse problematiche che una federazione nazionale ha: sito, rating, il board stesso per prendere decisioni migliori.
I privati hanno spesso due ruoli, Steen era presidente danese, Arda è in Turchia, Julie ha un ruolo nella federazione francese.
Quello che ho visto io è che comunque stanno provando di fare il meglio, certo che loro scendono in campo perché sono più interessati rispetto ai giocatori, hanno qualche vantaggio se il backgammon cresce e si crea qualche torneo in più.
Il calcio (un mondiale chi credi lo organizzi ? )è troppo grande ma prendi il tennis, la FIT organizza il torneo di Roma e incassa un sacco di soldi tanto da poter spendere milioni per un canale gratis come Supertennis.
Non sono d'accordo sul fatto che i privati vengono destabilizzati da una federazione, in molte discipline (tennis, scacchi, golf) coesistono e sarà così anche nel backgammon. I privati devono accettare il loro ruolo e non pretendere di organizzare campionati del mondo o europei o nazionali, cosa che hanno fatto in assenza di una federazione mondiale o nazionale, per il resto io non vedo problemi, tutti contribuiscono a far crescere il bg. C'è bisogno di organizzatori anche se non legati ad una federazione, compressibile ci siano dei problemi a volte, succede in Germania, Regno Unito, mi sono informato.
Se io voglio organizzare un torneo privato lo faccio e basta, se lo voglio inserire dentro il CNB c'è da parlarne, la cosa è identica in tutte le discipline e le rispettive federazioni.

_________________
In backgammon la maggior parte delle volte non sappiamo con precisione cosa è giusto o sbagliato.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Un pensiero per danrot: sono sempre nei suoi pensieri
MessaggioInviato: gio 04 ott 2018, 17:14 
Non connesso

Iscritto il: mar 13 mar 2007, 09:06
Messaggi: 2577
a me risulta che le federazioni sovraintendono, dirigono, impegnano dei soldi ma non sono "organizzatori privati" sebbene svolgano questa mansione.
La Fit ha per scopo la regolamentazione, lo sviluppo e la propaganda del tennis in Italia. Come tutte le Federazioni sportive nazionali riconosciute, aderisce al Coni, il Comitato Olimpico Nazionale Italiano, e, insieme con le altre Federazioni Tennis alla Itf, la Federazione Internazionale. Spetta alla Fit l'organizzazione di tutte le manifestazioni tennistiche in Italia e la composizione delle squadre per le manifestazioni internazionali, coppe ed Olimpiadi.
Pertanto l'eubgf dovrebbe creare un comitato organizzatore.

comunque è tutto campato in aria, inutile pretendere dal backgammon un organizzione fedele ai principi federali, tu steso dici " tutti contribuiscono a far crescere il bg. C'è bisogno di organizzatori anche se non legati ad una federazione" allora di che cosa stiamo parlando? della bocciofila sotto casa? come ti dicevo Federazione è un termine IMPORTANTE, rispecchia un principio che il backgammon oggi non può garantire e se Sten e l'ex segretario hanno avuto una idea corretta non hanno dato seguito perchè creare una federazione ci vuole dedizione e sacrificio.
e se:" Il board si lamentava che non trovano persone per occuparsi sito, rating, il board stesso per prendere decisioni migliori" mi pare complicata la situazione!!
e se: "i privati hanno spesso due ruoli, Steen era presidente danese, Arda è in Turchia, Julie ha un ruolo nella federazione francese" ho buoni motivi per essere scettico.

Ergo.... e poi prometto che sospendo ogni argomentazione lasciandoti l'ultima parola:
Meglio poche cose ma affidabili quali un regolamento, un sito informativo aggiornato, un canale di comunicazione dinamico. Stop. Il rsto viene da se un po' alla volta. Se non garantisci questo meglio lasciar perdere.
A dicembre mi vedrò con Arda, approfondirò l'argomento.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Un pensiero per danrot: sono sempre nei suoi pensieri
MessaggioInviato: gio 04 ott 2018, 23:24 
Non connesso

Iscritto il: mer 28 mar 2007, 18:39
Messaggi: 1486
alfonso ha scritto:
a me risulta che le federazioni sovraintendono, dirigono, impegnano dei soldi ma non sono "organizzatori privati" sebbene svolgano questa mansione.
La Fit ha per scopo la regolamentazione, lo sviluppo e la propaganda del tennis in Italia. Come tutte le Federazioni sportive nazionali riconosciute, aderisce al Coni, il Comitato Olimpico Nazionale Italiano, e, insieme con le altre Federazioni Tennis alla Itf, la Federazione Internazionale. Spetta alla Fit l'organizzazione di tutte le manifestazioni tennistiche in Italia e la composizione delle squadre per le manifestazioni internazionali, coppe ed Olimpiadi.
Pertanto l'eubgf dovrebbe creare un comitato organizzatore.

comunque è tutto campato in aria, inutile pretendere dal backgammon un organizzione fedele ai principi federali, tu steso dici " tutti contribuiscono a far crescere il bg. C'è bisogno di organizzatori anche se non legati ad una federazione" allora di che cosa stiamo parlando? della bocciofila sotto casa? come ti dicevo Federazione è un termine IMPORTANTE, rispecchia un principio che il backgammon oggi non può garantire e se Sten e l'ex segretario hanno avuto una idea corretta non hanno dato seguito perchè creare una federazione ci vuole dedizione e sacrificio.
e se:" Il board si lamentava che non trovano persone per occuparsi sito, rating, il board stesso per prendere decisioni migliori" mi pare complicata la situazione!!
e se: "i privati hanno spesso due ruoli, Steen era presidente danese, Arda è in Turchia, Julie ha un ruolo nella federazione francese" ho buoni motivi per essere scettico.

Ergo.... e poi prometto che sospendo ogni argomentazione lasciandoti l'ultima parola:
Meglio poche cose ma affidabili quali un regolamento, un sito informativo aggiornato, un canale di comunicazione dinamico. Stop. Il rsto viene da se un po' alla volta. Se non garantisci questo meglio lasciar perdere.
A dicembre mi vedrò con Arda, approfondirò l'argomento.


"inutile pretendere dal backgammon un organizzione fedele ai principi federali"
"come ti dicevo Federazione è un termine IMPORTANTE, rispecchia un principio che il backgammon oggi non può garantire"
E perchè non si può ? Io che mi sono candidato per il board ci credo, così come gli altri membri suppongo.
Non è che chi l'ha fondata è il padrone, mi sembra tu abbia questa idea, Arda lì rappresenta Turchia e che poi lui sia anche un organizzatore dentro la WBF e un altro discorso, si capisce abbastanza in quale ruolo lui agisca ogni volta, di cose di questo tipo ne è pieno il mondo economico/politico. 4 membri su 7 del board siamo giocatori, dovrebbe darti allora più garanzie questo fatto.
Tu stesso ti puoi candidare alla presidenza, così come un altro presidente di una federazione nazionale ma a quanto pare nessuno è interessato, Steen stesso ha detto in assemblea che vorrebbe lasciare se ci fosse un candidato valido.
Continui a vedere Eubgf come qualcosa di esterno al CNB ma non può essere finché il CNB ne fa parte, posso capire i motivi nella mancanza di comunicazione. Un paese che è scontento non è che ha molte scelte, può restare passivo come fanno la maggior parte, impegnarsi mandando un membro nel board o come presidente o uscire. La questione si sposta ora su come il consiglio CNB mi vuole vedere, è stata mia iniziativa candidarmi e avevo detto chiaro che data la situazione al momento non mi interessava andare lì se devo essere "controllato dal consiglio, posso comunque svolgere un ruolo importante.
Fai bene a sentire Arda, ti dirà come vede lui Eubgf ma la sua visione non può essere molto diversa dalla mia, una federazione internazionale non può essere tante cose, su cosa e come muoversi se ne può discutere.
Credo anche da parte mia che possiamo chiudere qui la discussione, ora chi legge sa i punti di vista di entrambi riguardo EUBGF.

_________________
In backgammon la maggior parte delle volte non sappiamo con precisione cosa è giusto o sbagliato.


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 38 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 15 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
cron
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group. Color scheme by ColorizeIt!
Traduzione Italiana phpBB.it
[ Time : 0.077s | 11 Queries | GZIP : Off ]